M5S: «Sarebbe stato molto più logico chiudere fino al 13 con una zona rossa la città»

Attualità
sabato 04 aprile 2020
di La Redazione
Più informazioni su
La mappatuta Asrem
La mappatuta Asrem © TermoliOnLine

TERMOLI. Ancora una volta il Movimento 5 Stelle di Termoli prende di mira il Governatore Toma e stavolta con la sua "ordinanza Arancione/Rosa" per il comune di Termoli.

«La fantasia ai tempi del Coronavirus. Spieghiamo un attimo cercando di capire. I cittadini che vengono a Termoli dovranno obbligatoriamente indossare i Dpi, le mascherine per intenderci; quelli di passaggio, altrettanto e chi esce da Termoli idem. Quindi per logica, i termolesi possono uscire anche senza mascherina o meglio non hanno obblighi. Perché ci domandiamo, Toma perché? Come fai a partorire queste aberrazioni mentali?
Ti ricordiamo, Presidente illusionista, che Termoli conta più di 20 casi e non ancora si accertano per bene i contatti che hanno avuto gli ultimi positivi per cui potrebbero essere (speriamo di no), molti di più. Invece nei paesi dell'hinterland, troviamo Campomarino un caso, Portocannone e San Martino 0, Ururi 2 e più o meno a parte Montenero, ci si attesta su questi numeri con tantissimi altri paesi a O, quindi ci spieghi il senso di questa inutile ordinanza? E poi ci rimettiamo alle parole del tuo pupillo Roberti, le mascherine chi le da a tutti questi cittadini? Chi, spiegacelo.
Sarebbe stato molto più logico chiudere fino al 13 con una zona rossa la città ed impedire a tutti di uscire se non per urgentissime necessità, cosi da avere più forze dell'ordine per il presidio del territorio e forse uscire definitivamente da questa grave situazione.
Ma purtroppo A LAVA’ ‘A CAPA ‘O CIUCCIO SE PERDE L’ACQUA, ‘O TIEMPO E ‘O SSAPONE».