Non si ferma la corsa al rialzo dei contagi: in Molise censiti 216 casi positivi al Covid-19

Attualità
domenica 05 aprile 2020
di La Redazione
Tampone Coronavirus
Tampone Coronavirus © Termolionline.it

CAMPOBASSO. Progressione costante quella dei contagi da Coronavirus in Molise. Nell'arco di appena 24 ore siamo passati da 204 a 209 e quindi nell'ultimo bollettino giornaliero mattutino di oggi a 216, su un totale di 1.503 tamponi effettuati dall'Asrem.

In particolare, ci sono 164 casi di positività Covid-19 in provincia di Campobasso, 41 in quella di Isernia e 11 con pazienti provenienti da fuori regione.

Aumentano anche i decessi, 2 nella provincia di Campobasso.

I ricoverati al "Cardarelli" di Campobasso, centro Covid-19 in Regione, attualmente sono 28 ai quali vanno aggiunti i 2 pazienti di Bergamo che continuano ad essere ricoverati nel reparto di terapia intensiva. 22 i pazienti ricoverati presso il reparto di malattie infettive, 4 in terapia intensiva più i 2 pazienti lombardi e 2 in terapia sub intensiva. Da aggiungere a questi i 9 pazienti, 4 molisani e 5 di altre regioni, ricoverati presso il Neuromed di Pozzilli.

I soggetti positivi asintomatici e, pertanto, in isolamento domiciliare sono 144, 105 nella provincia di Campobasso, 35 nella provincia di Isernia e 4 di altre regioni. Sono 18 gli asintomatici dimessi dal nosocomio del capoluogo e, in molti di questi casi, gli ulteriori tamponi effettuati sono risultati inconclusivi, ovvero, non hanno ancora dato la garanzia di essere negativi. Ma si tratta comunque di persone in via di guarigione.

6 il numero dei pazienti guariti certificati, tutti della provincia di Campobasso. Si tratta di pazienti che, alla scomparsa dei sintomi, abbiano effettuato i tamponi di controllo, ovvero il doppio tampone nel giro di 24 ore ed, entrambi, siano risultati negativi.

In aumento purtroppo anche il numero dei pazienti deceduti sono 13, 11 della provincia di Campobasso, 1 della provincia di Isernia e 1 di altre Regioni.

In questa fase a preoccupare sono le case di riposo e di cura. Dopo Cercemaggiore ieri è stata la volta della “Tavola Osca” di Agnone con ben 23 contagiati tra ospiti e operatori. Nella serata di ieri, invece, la “Gea Medica” di Isernia ha con un comunicato stampa, annunciato che uno degli operatori della struttura è risultato positivo ma si tratta di una persona che già non era più in struttura dall’ultima settimana di marzo.