Semi di cannabis: i suoi cuori per curare il cuore

Pollice verde mer 15 aprile
Attualità di La Redazione
4min
Semi di cannabis: i suoi cuori per curare il cuore ©TermoliOnLine
Semi di cannabis: i suoi cuori per curare il cuore ©TermoliOnLine

TERMOLI. Complici ricerche scientifiche sugli effetti anche positivi della pianta di cannabis, le proprietà nutritive e benefiche, financo terapeutiche, dei cuori dei semi di canapa hanno conquistato il grande pubblico, che adesso si riversa tra gli scaffali dei negozi di prodotti biologici o sugli shop online specializzati, che ne offrono un’ampia varietà. Infatti oggigiorno acquistare semi di marijuana non è mai stato così semplice.

Si possono riconoscere perché essi vengono presentati in delle confezioni opacizzate o addirittura oscurate, perché la luce diretta del sole potrebbe rovinarli, portandoli a seccare o marcire precocemente. Da qui la necessità, una volta acquistati di conservarli in luogo chiuso, al riparo dalla luce solare e preferibilmente asciutto, per evitare, ancora una volta, il deterioramento precoce delle sementi.

Accanto ai semi nella loro forma naturale, si possono trovare degli altri prodotti che sono da essi derivati. Quello più usato, in quanto più versatile, è sicuramente l’olio. Questo viene estratto dai semi, ricchi di acidi grassi insaturi (i c.d. “grassi buoni”), solitamente attraverso la tecnica della spremitura a freddo, cioè a 25° C. Questa procedura evita l’utilizzo di solventi o di eventuali sostanze chimiche che possano andare ad alterare le qualità del seme, si tratta pertanto di un metodo totalmente naturale utilizzato al fine di poter godere in maniera completa delle proprietà benefiche della cannabis.

Infine, dalla macinatura dei residui dei semi di canapa dopo la spremitura e dell’involucro del cuore di tali semi, si ottiene la farina di canapa, per questo ricca di fibre e di altri composti chimici molto importanti per il nostro organismo, anche ad integrazione di diete con restrizioni particolari.

Dalle descrizioni sopra riportate si capisce come il cuore di seme sia, tra questi, quello che contiene in sé il maggior apporto di sostanze nutritive e in maniera sicuramente più concentrata. In ogni caso, tutti e tre i prodotti hanno rivoluzionato la dieta di molte persone e in particolare, come prima accennato, per coloro che devono o vogliono sottostare a determinate limitazioni, come i celiaci o vegani e vegetariani. Andiamo finalmente a spiegare il perché.

Se per la celiachia i cuori dei semi di canapa e i prodotti da essi derivati sono molto utili perché non contengono gliadina e glutenina, per vegani e vegetariani sono un ottimo integratore alimentare in quanto contengono un alto tasso di amminoacidi proteici, di tutti i tipi. Non solo queste due categorie di persone ha trovato nei prodotti alimentari a base di cannabis un indispensabile alleato, ma è sempre più comune utilizzare questi ingredienti per condurre una dieta sana, naturale, ricca di nutrienti e poco calorica.

La farina di canapa, ad esempio, ha un apporto calorico molto inferiore alla normale farina 00, ma soprattutto quasi la metà di quelle che si assumono con la farina di cannabis sono proteine e non zuccheri o carboidrati complessi. Inoltre, nei semi e nell’olio di marijuana gli acidi grassi che vi si trovano sono del tipo insaturi, in particolare sono Omega-3 e Omega-6, da tutti conosciuti perché aiutano a diminuire il colesterolo e i trigliceridi nel sangue, favorendo una maggiore fluidità del sangue e un buon funzionamento del cuore.

Andando più nel dettaglio, questi prodotti alimentari della cannabis (non a caso molti parlano dei semi di cannabis, dove i nutrienti sono più concentrati, come di un superalimento) sono peculiari in quanto hanno svariate proprietà benefiche, mentre gli effetti collaterali sono praticamente assenti. Molti studi in ambito medico hanno infatti evidenziato che in generale questi prodotti sono molto ben tollerati e quasi nessuno presenta dei sintomi negativi associati. Inoltre, non va a interagire con farmaci che eventualmente siano assunti, quindi il consumo è libero. Sono stati riscontrati casi di allergia ai semi di canapa, come per esempio alle arachidi, e casi di diarrea per aver ingerito grandi quantità. A parte questo, vi sono solo i benefici che andiamo a descrivere.

Se abbiamo già accennato all’importanza degli acidi grassi insaturi per il funzionamento del sistema cardiocircolatorio, non è stata data abbastanza attenzione al ruolo fondamentale di semi, farina e olio nel fornire al nostro organismo tutti i tipi di proteine di cui necessita. Come noto, l’uomo non riesce autonomamente a sintetizzare questi amminoacidi, quindi è inevitabilmente necessario assumerli attraverso il cibo ed essendo i semi di cannabis un concentrato di proteine, essi possono sicuramente svolgere questo ruolo di ausilio.

La carenza di proteine deve infatti essere evitata perché porta con sé una serie di conseguenze negative come la perdita di attenzione e concentrazione, spossatezza, maggiore sensibilità alle infezioni fino ad arrivare alla situazione estrema della deplezione muscolare, cioè quando c’è l’autodigestione delle proteine muscolari per produrre energia o vi è una riduzione significativa di unghie, capelli, ormoni e di tutte le altre componenti del nostro corpo che contengono proteine.

Ci sono poi tutta un’altra serie di benefici che questi prodotti hanno per il nostro corpo. Semi e farina, ma quest’ultima in particolare, contengono quelle fibre che vi permettono una migliore digestione, liberando il nostro apparato digerente dai residui e dalle tossine e, quindi, purificandoci. I “grassi buoni”, poi, vanno anche ad agire positivamente sul cervello e anche sugli occhi. Riguardo alle capacità cognitive sono molto validi per contrastare i segni della vecchiaia e del decadimento cognitivo, allo stesso tempo aumentando i livelli di concentrazione e memoria, anche nei più giovani. Riguardo agli occhi, poi, sembrano produrre un utile effetto nella prevenzione e nella cura della cataratta, con buoni risultati.

E’ buffo pensare che un semino possa davvero contenere tutte queste sostanze e fare così bene, senza praticamente traccia di effetti negativi. Provare, per credere. Tra i vari online shop, Sensoryseeds.it presenta una vasta gamma tra cui scegliere o altrimenti i negozi biologici non vi deluderanno. Non vi pentirete.

Ti potrebbero interessare

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione