«I primi a chiudere e gli ultimi a riaprire», esplode la protesta del trasporto turistico

Attualità
mercoledì 03 giugno 2020
di La Redazione
Più informazioni su
«I primi a chiudere e gli ultimi a riaprire», esplode la protesta del trasporto turistico
«I primi a chiudere e gli ultimi a riaprire», esplode la protesta del trasporto turistico © TermoliOnLine

CAMPOBASSO. Chiedono di essere ascoltati, di poter accedere ai fondi destinati alle aziende che hanno subito gravi perdite economiche durante l’emergenza Coronavirus, di poter rientrare negli aiuti economici destinati alla categoria turismo dal quale, invece, risultano esclusi sia a livello nazionale che territoriale.

Hanno smesso di lavorare nel periodo dell’anno più florido per le loro aziende, quando inizia il turismo scolastico e la bella stagione invoglia le gite ed i viaggi.

Vogliono essere tutelati anche in relazione alle commesse già ricevute e alla quale hanno dovuto rinunciare.

Queste le richieste delle ditte di noleggio con conducente autobus, auto e natanti che si sono ritrovate questa mattina a Campobasso ed hanno sfilato per le vie del capoluogo in una protesta pacifica che, in contemporanea, si è svolta in tutti i capoluoghi di regione.

La manifestazione è stata organizzata da Federnoleggio e da altre sigle sindacali del comparto a livello nazionale.

Una delegazione delle ditte di noleggio è stata ricevuta dal Governatore Toma, al termine del colloquio hanno riferito quanto detto dal presidente ovvero che, “purtroppo ad oggi la regione non ha soldi oltre quelli stanziati per il

Click day. Il Presidente della Regione Toma si è impegnato a far rientrare il nostro codice ateco all’interno degli stanziamenti per i 5000 euro al settore turismo. Inoltre ci ha chiesto una relazione del nostro settore per farci accedere ai prestiti con Finmolise di 10/15 anni a tasso 0 .

Invece non sono state accolte quali possibili, sia la richiesta di annullare il costo del bollo per il 2020, sia la richiesta di un contributo a fondo perduto”.

Alla fine del colloquio il presidente Toma si è fatto garante di portare a livello nazionale la richiesta di prorogare la sospensione di rate leasing e mutuo al 31 marzo 2021.

La città di Campobasso ha sostenuto la categoria e sono state molte le persone che, al passaggio in centro della manifestazione, li ha esortati e sostenuti.

Le ditte di noleggio presenti questa mattina intendono ringraziare la città di Campobasso e i cittadini che hanno accolto, benevolmente, il loro pacifico ma “strombettante” passaggio.