L'estate avanza e il problema parcheggi pure, «Se va bene lo troviamo in via Corsica»

Attualità
lunedì 29 giugno 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Piazza Sant'Antonio
Piazza Sant'Antonio © Termolionline.it

TERMOLI. In attesa di nuove aree di parcheggio estive tra porto e Rio Vivo, annunciate da alcune settimane, cominciano a mostrare la corda già a fine giugno, nei fine settimana e col traffico bloccato, l’offerta di posti auto. Si può essere concordi o meno rispetto a un piano di riqualificazione del centro storico, come quello affondato al Tar Molise su ricorso di comitati e opposizione. Ma sicuramente ci sono delle lacune nell’organizzazione di una città a vocazione turistica, come la penuria di parcheggi, che in era post-lockdown si materializzano di nuovo. Tanti dubbi su come potesse riprendersi l’economia dell’accoglienza, e per fortuna la città vede turisti italiani in buon numero, così come molti molisani, ma già soffre per non riuscire ad abbracciarli come si dovrebbe.

Sabato 26 giugno, quindi non certo in alta stagione, e c’è chi provenendo dall’hinterland, ha percorso decine di km per raggiungere pizzerie del centro e dopo diversi giri a vuoto, con le pive (e non le pizze) nel sacco è tornato indietro, per cenare a domicilio. Ecco, tutto questo non è accettabile, prescindendo da parcheggi sotterranei o meno. E’ la testimonianza che offriamo ai nostri lettori. «Quando decidi di passare ore liete, con tanto di tramonto rosa shocking sul mare, inquella che dovrebbe essere la perla costiera del Molise, Termoli, purtroppo devi fare i conti con la dura realtà: assenza di parcheggi».

Si è conclusa in maniera completamente diversa dalle aspettative la serata di due coppie di coniugi e amici che decidono di salire sulle proprie autovetture e di recarsi a Termoli, per trascorrere una piacevole serata in buona compagnia con tanto di passeggiata sul lungomare, aperitivo e poi cena in uno dei tanti posti accoglienti dove è possibile gustare tanto buon cibo, tipico della tradizione termolese, ma dopo vari giri durati un’ora e mezza alla ricerca disperata di un posto in cui parcheggiare, si sono arresi e decisi a rientrare nel proprio comune di residenza. Bisogna sottolineare che le persone in questione conoscono molto bene la cittadina per questo si sono impegnati in un tour che li ha visti toccare le varie zone destinate ai parcheggi ed anche le più tortuose stradine periferiche ma nulla di fatto.

«Sembrava la sera di Ferragosto quando a Termoli non riesci nemmeno ad entrarci, se sei fortunato parcheggi lungo via Corsica! Cara città di Termoli,come pretendi di rilanciare l’economia, di sviluppare il turismo e di accogliere i tuoi visitatori se poi non riesci nemmeno a far sì che si possano fermare e sostare anche per un semplice gelato, passeggiando?»