Nasce IOAP: l'open access italiano è in parte molisano

Attualità
martedì 30 giugno 2020
di La Redazione
Nasce IOAP: l'open access italiano è in parte molisano
Nasce IOAP: l'open access italiano è in parte molisano © TermoliOnLine

TERMOLI. Nasce IOAP: l'open access italiano è in parte molisano.

La ricerca scientifica internazionale sta puntando tutte le sue energie verso una diffusione libera dei suoi prodotti. Lo standard editoriale Open Access riassume al meglio questa visione: articoli e saggi pubblicati online, liberamente consultabili e scaricabili su scala internazionale.

IOAP – acronimo di Italian Open Access Platform – è una piattaforma multiservizio nata dalla partnership tra gli editori Poliniani (Verona) e Al Segno di Fileta (molisana, con sede legale a Ururi e sede operativa a Termoli) al fine di diffondere la filosofia e la prassi dell'Open Access nella ricerca italiana. L'accesso libero ai prodotti della ricerca (digital, online, free) sta diventando imprescindibile a livello internazionale, modificando la filiera dell'editoria scientifica in tutto il mondo. IOAP (https://www.openaccessplatform.com) si propone di essere il punto di riferimento italiano di questo cambiando, offrendo non solo spazi, codici e licenze di pubblicazione in Open Access, ma tutta una serie di servizi che possano aiutare università, dipartimenti, società scientifiche, editori, enti di ricerca pubblici e privati alla transizione a questi nuovi standard. Gli editori e responsabili della piattaforma sono Antonello Fabio Caterino (Al Segno di Fileta) e Corrado Polini (Poliniani).