A Larino un ambulatorio solidale di medici in pensione

Attualità
giovedì 02 luglio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
A Larino un ambulatorio solidale di medici in pensione
A Larino un ambulatorio solidale di medici in pensione © Termolionline.it

LARINO. L’iniziativa è stata ideata dall’Auser in collaborazione con l’Amministrazione comunale frentana per supportare i cittadini che hanno difficoltà ad accedere alle cure. Sono già diversi i medici e infermieri che hanno aderito in modo volontario e gratuito al progetto, per la cui attuazione il Comune ha messo a disposizione del personale sanitario i locali prefabbricati della ex scuola materna di via Morrone

Una iniziativa innovativa e di forte impatto sociale, ideata con l’obiettivo di garantire un supporto alle persone che hanno più difficoltà ad accedere alle cure, in un momento particolarmente difficile a causa dell’emergenza Covid: e’ quella a cui hanno lavorato l’Auser, associazione di volontariato che si occupa del sostegno alla Terza Età, e l’Amministrazione comunale di Larino; entrambe hanno dato vita al progetto di realizzazione di un ambulatorio di medici volontari in pensione.

L’idea progettuale, nata circa tre anni fa, si è concretizzata con l’approvazione ieri 1 luglio della delibera di giunta comunale con cui si da indirizzo al responsabile del servizio di concedere in comodato d’uso gratuito all’Auser, i locali della struttura prefabbricata di via Morrone (ex Scuola Materna), che ospiteranno l’ambulatorio solidale.

Sono già diversi i medici ed infermieri che hanno dato la loro disponibilità gratuita e volontaria ad effettuare visite ad anziani, a persone in difficoltà economiche e a rischio di emarginazione sociale.

Le attività dell'ambulatorio saranno integrative rispetto a quelle dei medici di base e non sostituiranno il servizio sanitario regionale.

«Si tratta – ha dichiarato su Facebook l’assessore alle politiche sociali Alice Vitiello – di un progetto pensato per la comunità di Larino e reso possibile grazie all'impegno e alla determinazione dell'amministrazione comunale, del circolo Auser e della presidente Daniela Bassi, nonché grazie alla disponibilità e solidarietà manifestata da medici e infermieri in pensione. L’auspicio è che questo servizio possa svolgere una importante funzione di aiuto e di assistenza alle tante persone che oggi, a causa della crisi economica e sanitaria in atto, rinunciano purtroppo a curarsi».

Soddisfazione è stata espressa dalla presidente del circolo Auser Daniela Bassi, la quale ha sottolineato che «Larino sarà il terzo centro in Italia ad attivare un ambulatorio solidale di medici in pensione; un elemento innovativo nel campo del welfare e del volontariato locale, che premia il lavoro svolto in questi tre anni in stretta sinergia con il Comune e con l’assessorato alle politiche sociali.

Un ringraziamento – ha aggiunto Bassi – va anche al presidente regionale Auser, Dante Leva, e alla regione che quest’anno ha riconosciuto la validità del progetto, premiandolo con un contributo di 15mila euro che saranno investiti nell’allestimento dei locali e nell’acquisto di attrezzature e materiale medicale che verrà messo a disposizione dei medici volontari» – ha concluso la presidente del circolo Auser di Larino.