Cittadinanza onoraria a Guglionesi, la lettera di Liliana Segre

Attualità
venerdì 03 luglio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Liliana Segre
Liliana Segre © Ilpost.it

GUGLIONESI. Il Comune di Guglionesi informa che, a seguito del conferimento della "Cittadinanza onoraria di Guglionesi alla senatrice della Repubblica Italiana Liliana Segre" (cfr. link video) nel Consiglio Comunale del 27 gennaio 2020 e in occasione della "Giornata della Memoria" (cfr. link "Sindaco di Guglionesi: nella "Giornata della Memoria" alla senatrice Liliana Segre l'onorificenza della Cittadinanza onoraria nel Comune di Guglionesi"), la segreteria della senatrice a vita della Repubblica Italiana ha inviato una lettera di saluto e di ringraziamento alla comunità di Guglionesi:

"Stimato Sindaco, sono Fabio Vander della segreteria della senatrice Liliana Segre. A nome e per conto della senatrice le invio il seguente indirizzo di saluto e ringraziamento per il conferimento della cittadinanza onoraria di Guglionesi.

La senatrice ringrazia sentitamente anche per il manufatto artistico con cui la vostra città ha voluto omaggiarla.

Cordiali saluti, Fabio Vander".

Di seguito la "Lettera della senatrice Liliana Segre alla cittadinanza di Guglionesi" (1 luglio 2020).

-------

Senato della Repubblica

Senatrice a vita Liliana Segre

Cari cittadini, care cittadine di Guglionesi,

saluto voi tutti e l’intero Consiglio Comunale per avermi concesso l’onore di condividere con voi la cittadinanza di Guglionesi. Da oggi siamo dunque concittadini e la vostra città sarà anche la mia.

Una cittadinanza onoraria è un atto che istituisce un legame ed una empatia che sono sempre cifra di umanità e di idem sentire sociale e democratico oltre che civico.

Sono dunque ben felice di potermi dire da oggi vostra concittadina, purtroppo ragioni di età, di salute e di sicurezza mi impediscono di essere presente fra voi come vorrei, ma ci tengo a condividere con tutti voi i sentimenti democratici e antifascisti che storicamente sono appannaggio della terra molisana.

Conosco la sensibilità del vostro territorio per le problematiche della persecuzione e della repressione, dato che alcuni concittadini furono internati durante il periodo bellico, proprio per questo il vostro riconoscimento mi giunge tanto più gradito.

Certa che la condivisione della cittadinanza e dei valori della democrazia renderanno più saldi i nostri valori e i nostri principi, auguro alla vostra, anzi nostra, comunità un futuro di prosperità e di progresso morale e civile. Dopo il terribile periodo appena trascorso ne abbiamo tutti bisogno.

Grazie di nuovo a voi tutti,

Liliana Segre