Buoni fruttiferi postali, risparmiatore recupera altri 18mila euro

Attualità
sabato 07 novembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Poste italiane
Poste italiane © TermoliOnline.it

MONTENERO DI BISACCIA. Arriva una nuova vittoria per l’Ufficio Legale Adusbef – Associazione difesa consumatori – utenti di Montenero di Bisaccia – Basso Molise. L’avvocato Valentina Bozzelli, legale e delegato Adusbef ha rappresentato, difeso e patrocinato alcuni piccoli risparmiatori in una dura lotta per vedere riconosciuti i loro diritti. In effetti, la tenacia dei piccoli risparmiatori e del loro avvocato, è stata premiata, sulla scorta di una recente giurisprudenza, quella relativa alla sentenza del Tribunale di Milano, che ha statuito che l’art.4 del DM 13.6.1986, fa riferimento alla tabella stampata sui buoni fruttiferi postali e, qualora l’ufficio postale in sede di emissione di titoli appartenenti alla serie Q/P utilizzi moduli della serie precedente P – senza correggere interamente i rendimenti trentennali della tabella – è tenuto poi (l’ufficio postale), ad adempiere al contratto con il sottoscrittore, pagando quello che risulta dal tenore del titolo, anche a condizioni maggiori rispetto a quelle normativamente stabilite.

Poste Italiane SpA è stata - così - condannata a pagare a ciascun risparmiatore 18mila euro quale liquidazione dei buoni postali fruttiferi. L’avvocato Bozzelli, responsabile della delegazione e legale Adusbef, ha dichiarato: ” siamo felici di una pronuncia estremamente lineare e decisamente innovativa, che dà ragione su quanto da noi sostenuto fin dall’inizio. Informo che sui diversi contenziosi, l’Autorità sta chiedendo a Poste italiane di restituire i rendimenti non versati, ma dovuti ai risparmiatori. Riconoscendo il ruolo contrattuale dei buoni, è stato confermato che Poste italiane ha vìolato disposizioni in merito e finalmente è stato garantito ai nostri assistiti il rendimento differente, riportato a tergo del buono stesso. Tutti coloro che stanno vivendo la stessa problematica, o che hanno dubbi sui buoni sottoscritti, potranno chiedere info e assistenza presso i nostri sportelli e le nostre delegazioni”.