Arrivano altre due unità Usca nel Molise, Giustini dà il via libera all'istanza Asrem

Attualità
venerdì 13 novembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Medici Usca
Medici Usca © Ansa.it

CAMPOBASSO. Via libera dal Commissario ad Acta per la sanità del Molise Angelo Giustini al potenziamento delle Unità speciali di continuità assistenziale (Usca) con l'attivazione di altre due, rispettivamente ad Agnone e Riccia, che integrano la rete di quelle già operative a Bojano e Larino, in provincia di Campobasso e a Venafro. Il decreto emesso l'11 novembre riveste carattere d'urgenza "in ragione della situazione di diffusione del virus".

Le Usca sono state attivate con la finalità di consentire ai Medici di medicina generale (Mmg), Pediatri di libera scelta (Pls) e al medico di continuità assistenziale l'attività ordinaria. Garantiscono l'assistenza domiciliare a favore di pazienti affetti da Covid che non necessitano di ricovero ospedaliero, assicurando la somministrazione e il monitoraggio delle terapie domiciliari.

«Un provvedimento assunto dopo l’attività di monitoraggio dei piani di potenziamento e riorganizzazione della rete territoriale e richiamata la relazione dell’Asrem relativa all’attività svolta dalle Usca attivate presso i Distretti Sanitari di Temoli, di Campobasso e di Isernia trasmessa, in sede di monitoraggio dei piani di potenziamento della rete territoriale al Ministero della Salute ed al Ministero dell’Economia e Finanze e l’istanza dell’Asrem con la quale viene richiesta l’attivazione di ulteriori 2 postazioni Usca nel Comune di Agnone e nel Comune di Riccia; dato atto che la citata richiesta aziendale è motivata da esigenze legate ai numerosi contagi registrati nei citati territori regionali e dalle particolari condizioni morfologiche e di viabilità; dato atto dell’urgenza del presente provvedimento; verificata la rispondenza della documentazione di rito; richiamata tutta la documentazione in atti d’ufficio e le determinazioni istruttorie assunte ai fini del rilascio del presente provvedimento; per le motivazioni già riportate ed in virtù dei poteri conferiti con la Deliberazione del Consiglio dei Ministri, decreta che l’Asrem, in attuazione di quanto disposto dall’art. 4 bis del Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020, proceda all’attivazione di n. 2 Unità Speciali di Continuità Assistenziale (Usca) in ragione della situazione di diffusione del virus; 2) di stabilire che il presente provvedimento riveste carattere d’urgenza».

Intanto, In Molise la percentuale dei posti letto occupati da pazienti Covid-19 in terapia intensiva è pari al 21%. È quanto emerge dal rapporto dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) in base alla rilevazione giornaliera (ore 20 del 12 novembre) del Ministero della Salute. La percentuale nazionale (12 novembre) è del 34%. Nell'area 'non critica' la percentuale dei posti letto occupati è del 25%, quella nazionale pari al 49%