Lavori di ristrutturazione alla chiesa di San Timoteo: come cambia un luogo di culto

Attualità
mercoledì 18 novembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Lavori di ristrutturazione alla chiesa di San Timoteo
Lavori di ristrutturazione alla chiesa di San Timoteo © TermoliOnLine

TERMOLI. Work in progress, proseguono alacremente i lavori di ristrutturazione alla chiesa di San Timoteo, nel cui ambito sarà anche realizzato il mosaico che donerà ancora più valore al luogo di culto che sorge nel centro cittadino.

Abbiamo interpellato il parroco, don Benito Giorgetta, che ci ha illustrato lo stato dell’arte, dopo l’arrivo della gru dell’altro giorno.

«I lavori che si stanno svolgendo presso la chiesa di San Timoteo interessano alcune parti strutturali come il tetto. Difatti, stanno smantellando il tetto per togliere le tegole, rifare il manto di isolamento per poi coprirli con i fogli catramati e per poi procedere al riposizionamento delle tegole. E’ una bonifica generale di tutto quanto il tetto visto che all’interno si erano verificate delle infiltrazioni.

Dopo questi lavori si passerà all’interno per il rifacimento delle pareti che sono in cattivo stato di conservazione e, soprattutto, sarà collocato un perlinato sul soffitto. Per cui, il soffitto non sarà più a volta bianca ma sarà ricoperto da questo perlinato ligneo che, ovviamente, riprodurrà lo stesso colore dei banchi.

Nel frattempo, vista la necessità di dover comunque celebrare, perché in tempo di Covid non avremmo altri luoghi dove poter ospitare numerose persone che intervengono alle celebrazioni quotidiane e soprattutto festive e domenicali, la chiesa è stata divisa in due parti. Una parte cantierata e, quindi, inaccessibile e l’altra parte, invece, è fruibile. Con l’avanzare dei lavori cambierà, la parte ristrutturata sarà utilizzata dai fedeli e l’altra sarà portata a completamento.

Nel frattempo, in contemporanea, ci sarà la revisione degli arredi liturgici principali, quali l’altare, l’ambone e la sede da dove si presiede la celebrazione eucaristica, perché saranno cambiate rispetto a quelle attuali. Nel contempo si dovrà rifare l’impianto elettrico per togliere quegli elementi che attualmente sono messi al centro della chiesa e sostituirli con un’illuminazione più idonea, così come accade in questo periodo, mettendoci l’illuminazione al led che fa risparmiare sui consumi.

Unitamente a tutto questo si sta procedendo anche alla preparazione per collocare il grande mosaico che verrà messo sulla parete di fondo e sulle pareti laterali dove attualmente c’è il tabernacolo. Ovviamente l’artista, Michele Todisco, sta lavorando nel suo laboratorio e, una volta che avrà terminato tutto, porterà il mosaico a pannelli e saranno affissi sulle pareti.

Oltre questo, ci sono le solite iniziative in corso per far fronte alle necessità di tutte queste spese, molto probabilmente bisognerà intervenire anche sulle vetrate già presenti. Il loro stato di conservazione è pessimo, proprio ieri è stata fatta una perizia ed è stato constatato come necessitano anch’esse di manutenzione straordinaria perché sono in cattivo stato di conservazione.

Alcune spese sono pagate con l’8x1000 e le altre da risorse parrocchiali, ecco perché abbiamo posto in essere una lotteria e creato un comitato e stiamo facendo delle raccolte volontarie».