Operatori sanitari in stato di agitazione, mercoledì il presidio al San Timoteo

Attualità
martedì 01 dicembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Ospedale San Timoteo di Termoli
Ospedale San Timoteo di Termoli © TermoliOnLine

TERMOLI. Dopo i presidi dinanzi all'ospedale Cardarelli e la lettera ai vertici della filiera sanitaria nazionale e regionale, le organizzazioni sindacali del comparto, sia le tre sigle confederali di Cgil, Cisl e Uil, che Fials, Fsi e Nursing-Up, promuovono domani, mercoledì 2 dicembre, dalle 10.30 alle 13, un altro sit-in per manifestare il dissenso sulla gestione dell'emergenza Covid in Molise. Si terrà davanti all'ospedale San Timoteo.

Una iniziativa che mira a rimarcare le mancate soluzioni dei problemi sollevati sia alla struttura commissariale, che all'Asrem e alla Regione Molise. Il presidio, che rispetterà le norme di sicurezza anti-Covid, nel numero e nel distanziamento, vedrà innalzare le bandiere delle rispettive sigle sindacali aderenti. Il presidio è conseguente alla proclamazione dello stato di agitazione di tutto il personale che rimane permanente.