Delizie del Grano, una Pasqua di soddisfazione

Contenuti Suggeriti
Termoli martedì 16 aprile 2019
Più informazioni su
Delizie del Grano
Delizie del Grano © Termolionline.it

TERMOLI. Le Delizie del Grano, in via Marconi 51 a Termoli, rinomato panificio situato in una delle piazzette più frequentate della città, è ormai un punto di riferimento per clienti di tutte le età quando sono in cerca di un posto tranquillo dove poter gustare le prelibatezze che Teresa Sappracone, la titolare, e il suo staff di collaboratori giovani e molto preparati, sia in laboratorio che nel locale, mettono al servizio dei clienti. Con Teresa, in questa settimana, non possiamo non parlare di quello che sta preparando per le ormai prossime festività pasquali.

Signora Teresa, tra le tante prelibatezze che sappiamo sta preparando insieme ai suoi collaboratori, quale sarà la punta di diamante e su cui puntate molto?

"Il nostro pezzo forte è sicuramente la colomba artigianale che ogni anno riscuote sempre più successo e paradossalmente è il prodotto più costoso che ho in negozio, ma è anche quello che più mi richiedono, perché chiaramente c'è il discorso della qualità e della ricerca del prodotto e soprattutto della materia prima ricercata della quale - ci tengo a precisare - è ciò che ripaga; il prezzo è relativo, il cliente assaggia e capisce cosa sta mangiando e non sta a guardare il costo del prodotto. Quest'anno seguendo le linee di tendenza, informandoci e tenendoci sempre aggiornati su quello che la moda dolciaria ci chiede, proporremo ad esempio la colomba al limone e zenzero ricoperta di cioccolato bianco e le fragoline bianche sempre ricoperte di cioccolato bianco, due prodotti delicatissimi fatti con beni di altissima qualità e parliamo di eccellenze come canditi agri-montana e burro Corman".

Nel campo dolciario, state sempre attenti alle tendenze e alle mode del momento, giusto?

"Assolutamente si, adesso c'è il ritorno della farina macinata a pietra e sono contenta di essere stata la prima qui a Termoli ad averla introdotta; essa è un prodotto che prima lasciava tutti quanti titubanti, invece adesso il cliente viene e la richiede poiché lo stomaco è sempre più esigente, sempre più attento ai prodotti che potrebbero causare intolleranza e la farina macinata a pietra dà invece leggerezza".

Oltre a pensare a nuove prelibatezze, da come mi sta raccontando, vi state specializzando anche come dietologi e cultori del mangiare sano?

"Sì, diventiamo anche questo, una sorta di moda che ci porta a cercare e trovare il prodotto che faccia stare bene il cliente, la famosa linea benessere, e quindi seguiamo la stessa scia per le nostre dolci creazioni che vanno dalla colazione fino ad arrivare al pranzo e tutto il resto; per la serie poco, ma buono. Abbiamo prodotti sempre più selezionati e c'è stato anche un ritorno alla semplicità, alle vecchie tradizioni: dobbiamo fermarci, fare due passi indietro e ricominciare a preparare cose più genuine”.

Quindi possiamo anche sfatare il mito che i dolci potrebbero far male…

“I dolci fanno bene, se mangiati comunque in giusta misura e con la qualità ad ogni costo. Essendo il nostro un panificio polifunzionale, anzi adesso è bene chiamarlo panificio bistrot, la tendenza è questa ed io sono fiera di essere stata la pioniera a Termoli ad introdurre questo concetto. Dalla mattina alla sera, cerchiamo di proporre in ogni momento diverso della giornata, un prodotto che comunque faccia venire il cliente qui apposta. Ad esempio, durante il famoso aperitivo che adesso va tanto di moda, cerchiamo ogni volta di aggiungere un prodotto nuovo: nel periodo di Pasqua nei nostri taglieri facciamo assaggiare al cliente il nostro fiadoncino che poi chiaramente può portare a casa acquistandolo. Un’altra cosa bellissima è che stiamo provando una linea di prodotti nuovissimi sempre legati al benessere in quanto fatti tutti con farina macinata a pietra che ci vede introdurre nei biscotti addirittura fiori e spezie; un esempio è il biscotto al profumo di lavanda che è una cosa straordinaria. Il prossimo ad essere provato e messo in vendita, sarà al rosmarino e alla salvia. Queste sono tutte chicche che riserverò ai miei clienti che li testeranno e mi daranno la loro opinione, e che spero facciano anche da apripista con i turisti che verranno a trovarci d’estate e vedranno e troveranno qualcosa di diverso”.

Tra le vostre tante ed ottime alchimie, il classico uovo di Pasqua tira sempre o conosce qualche frenata nei consumi?

“Ormai non è più come una volta, le sorprese non tirano più. Oggi cercano il simbolo, se viene fatto di biscotto o di pane di confetto, lo comprano più volentieri. Attualmente abbiamo il ritorno di un pezzo forte del passato che i nostri genitori ci facevano per Pasqua, u’ cavallucce e a ‘ pupattelle, che rendiamo anche un po’ più moderne e creative. Non facciamo in tempo a farle che subito finiscono! Anche la pigna ci viene molta richiesta. La Pasqua inoltre negli ultimi anni è diventata una festa molto “dolciaria”, saranno i colori e il risveglio della primavera, ma vedo i clienti più propositivi".

In conclusione possiamo coniare per le Delizie del Grano un nuovo slogan: “non solo più una Pasqua di Resurrezione, ma una Pasqua di soddisfazione per il gusto dei clienti...

“Assolutamente! Vorrei infine aggiungere che il lunedì di Pasquetta, visto che saremo aperti, prepareremo i tradizionali panini con la frittata o con la mortadella da vendere ai nostri clienti. Come dicevo prima, è ora di tornare alle origini, questo è il messaggio che deve passare".

Sapete tutti, dunque, dove trovare i prodotti che renderanno la vostra Santa Pasqua non solo radiosa per il significato che essa ha, ma soprattutto di soddisfazione per le vostre papille gustative, andando a trovare Teresa e i suoi collaboratori presso le Delizie del Grano.