Salma del 46enne ricomposta all'obitorio del San Timoteo, disposta l'ispezione cadaverica

Cronaca
domenica 19 settembre 2021
di La Redazione
Più informazioni su
L'incidente sulla Bifernina
L'incidente sulla Bifernina © TermoliOnline.it

GUGLIONESI. E’ stata ricomposta nella tarda serata di ieri la salma del 46enne Felice Orsatti, il centauro che ha perso la vita poco prima delle 20 sulla statale Bifernina, al km 72 + 200 a causa di uno scontro molto violento subito in sella alla sua motocicletta contro un Tir carico di pomodori che si immetteva da una strada interpoderale.

Sul posto sono intervenuti il 118 Molise coi volontari della Croce di San Gerardo dalla postazione di Larino, ma i soccorsi sono stati vani, il motociclista è stato agganciato e trascinato dal camion ed è morto sul colpo. Al lavoro gli agenti della Polizia stradale di Campobasso per i rilievi dello scontro mortale e i Vigili del fuoco del distaccamento di Termoli, coadiuvati anche dai Carabinieri della locale stazione e gli operai dell’Anas. Traffico chiuso per permettere l’intervento delle forze dell’ordine, con lunghe code in entrambe le direzioni, automobili, pullman e mezzi pesanti in fila.

Il cadavere del 46enne è stato rimosso dopo il nulla osta del Pm di turno della Procura di Larino e la salma ricomposta all’obitorio dell’ospedale San Timoteo, a disposizione della magistratura frentana, che stamani ha disposto l’ispezione cadaverica all’obitorio del San Timoteo, che sarà eseguita da un medico legale incaricato proveniente dall’ateneo di Foggia.

Le cause del sinistro mortale ora sono al vaglio degli agenti della Polizia stradale.