All’asta i natanti abbandonati in spiaggia a Termoli: si comprano a partire da 50 euro

Tavole da surf, pattini, pedalò, natanti, gommoni, kayak e perfino carrelli, abbandonati sulle spiagge termolesi, finiscono all'asta.

Cronaca
sabato 25 settembre 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Imbarcazioni sulla spiaggia (foto di archivio)
Imbarcazioni sulla spiaggia (foto di archivio) © Termolionline.it

TERMOLI. Sono cinquantasei i natanti finiti all’asta dopo essere stati rinvenuti abbandonati sugli arenili demaniali marittimi del comune di Termoli: tavole da surf, pattini, pedalò, natanti, gommoni, kayak e perfino carrelli sono acquistabili con una base d’asta compresa tra i 50 e i 100 euro a seconda del natante.

Questa il testo dell’ordinanza che dà avvio all’asta:  

PREMESSO che ai sensi dell’art. 198 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i. i Comuni gestiscono i rifiuti urbani, tra cui rientrano i rifiuti di qualunque natura o provenienza giacenti sulle spiagge marittime ai sensi dell’art. 184 del medesimo decreto, ed è quindi obbligo tassativo dei Comuni, come anche stabilito dalle ordinanze balneari emanate dalla Regione Molise e vigenti per tempo (n. 01/20120), assicurare sulle spiagge libere, tra le altre cose, l’igiene, la pulizia e la raccolta dei rifiuti;

CONSIDERATO:

che sull’arenile demaniale cittadino, sia a nord che a sud, risultavano giacere in grande numero piccole imbarcazioni e piccoli natanti tipo: pattini, mosconi, pedalò, canoe, tavole da surf, nonché relitti di natanti, per la maggior parte non autorizzati, come risultante da numerosa corrispondenza intercorsa con la locale Capitaneria di Porto, da ultimo richiamata con nota acquisita al prot. 28261 del 03.06.2020;

la difficoltà di rintracciare i proprietari di detti beni mobili in quanto non soggetti a registrazione, e che rimaneva comunque imprescindibile la necessità di provvedere alla loro rimozione, anche nell’ottica di scoraggiare tali comportamenti che hanno conseguenze per l’ambiente non trascurabili;

RICHIAMATA l’ordinanza sindacale n. 137 del 16.07.2020 con cui, ravvisata la necessità di disporre l’allontanamento di piccole imbarcazioni, natanti a remi tipo: canoe, pattini, mosconi, pedalò, tavole da surf - attrezzi e accessori per la pesca, cordame, relitti di natanti etc, abbandonati sulle spiagge comunali onde consentire una adeguata pulizia degli stessi a salvaguardia dell’igiene pubblica e della pubblica incolumità, nonché migliorare l’immagine delle spiaggia, è stato ordinato o tutti i proprietari, gli usufruttuari o comunque coloro che godono a vario titolo dell’utilizzo degli stessi natanti, posti sulle spiagge di questo Comune, e non autorizzati, di allontanarli e/o rimuoverli nel più breve tempo possibile e comunque non oltre 60 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento stesso;

DATO ATTO che:

il procedimento è stato disposto ai sensi dell’art. 4, lett. q) dell’Ordinanza Balneare n. 01/2020 del 27.05.2020 della Regione Molise, che prevede il divieto, sulle aree demaniali marittime della costa molisana, di lasciare in sosta natanti fuori dalle aree a ciò espressamente destinate con apposita ordinanza sindacale, ad eccezione di quelli destinati alle operazioni di assistenza e salvataggio e di quelli per i quali è autorizzato il noleggio;

l’applicazione della predetta norma prevede, oltre alla sanzione amministrativa di cui agli artt. 1161 e 1164 del Codice della Navigazione, il sequestro del natante che deve essere – anche in assenza del legittimo proprietario - rimosso e custodito in attesa delle determinazioni dell’organo competente a ricevere il rapporto ai sensi dell’art. 17 L. 689/1981, ovvero la Regione Molise;

decorsi quindi 60 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento, è stato effettuato l’allontanamento coattivo di tali beni da parte del personale del Comune di Termoli con il supporto della Capitaneria di Porto di Termoli per i casi di accertata inadempienza;

le imbarcazioni, i natanti e i relitti di natanti coattivamente rimossi, sono stati quindi sequestrati e depositati per 30 giorni presso un’area comunale sotto la custodia giudiziale di personale dipendente del Comune di Termoli, durante i quali i proprietari potevano ritirare i beni sequestrati, previa contestazione di illecito amministrativo di cui agli artt. 1161 e 1164 del Codice della Navigazione;

durante il periodo di deposito sono state reclamate e quindi restituite ai proprietari n. 3 imbarcazioni, previo dissequestro amministrativo e contestazione di illecito amministrativo a carico degli stessi, oltre al pagamento delle spese di rimozione e custodia;

al termine del periodo di deposito le imbarcazioni che non sono state reclamate dagli eventuali legittimi proprietari, devono destinate a definitivo smaltimento, oppure, in caso di consistente valore economico, alla vendita tramite asta pubblica;

essendo pertanto elasso il tempo massimo stabilito per la ripresa in possesso da parte dei proprietari degli altri natanti, con ordinanze n. 23, 24, 25 e 26/2021 la Regione Molise ha disposto, previa richiesta da parte del Comune, la confisca amministrativa dei beni sequestrati ai sensi dell’art. 20, co. 5, L. 689/81 per la successiva distruzione e/o alienazione nelle forme e modi di legge, nonché l’archiviazione degli atti relativi ai procedimenti sanzionatori instaurati con i verbali di contestazione per i quali non si è resa possibile l’identificazione delle persone che hanno abusivamente occupato l’area demaniale;

RAVVISATA pertanto la possibilità di procedere ai sensi del p.to 6 dell’ ordinanza sindacale n. 137 del 16.07.2020, procedendo all’esperimento di un tentativo di asta pubblica per l’alienazione di detti beni sequestrati e non restituiti;

VISTO l’allegato Avviso di asta pubblica corredato da elenco dei lotti in vendita e modello di dichiarazione ed offerta, predisposti dal Settore Ambiente ed allegati alla presente per costituirne parte integrante esostanziale;

VISTA la L. 689/81 e s.m.i.;

VISTO il Codice della navigazione vigente;

VISTO il R.D. 827/1924;

VISTO il D.Lgs n. 267 del 18.08.2000;

DETERMINA

DI DICHIARARE la premessa parte integrante e sostanziale del presente atto;

DI APPROVARE l’Avviso di asta pubblica per l’alienazione di natanti rinvenuti abbandonati sugli arenili demaniali marittimi del Comune di Termoli, corredato da allegato “A”: Elenco lotti in vendita con il relativo prezzo a base d’asta, ed Allegato “B”: Modulo di dichiarazione ed offerta;

DI ATTIVARE pertanto le procedure di gara per la cessione dei beni sopra citati, con la procedura di cui all’art. 73, lettera c), del R.D. 827/1924, ovvero con il sistema delle offerte segrete da confrontarsi col prezzo posto a base di gara;

DI RIMANDARE l’eventuale accertamento di entrata a separato e successivo atto sulla base degli esiti della procedura;

D I S P O N E

la pubblicazione della presente all’Albo Pretorio informatico e sul sito informatico dell’Ente per la necessaria pubblicità;

la notifica della presente a:

Regione Molise;

Capitaneria di Porto

Comando di Polizia Municipale;

I N F O R M A

Avverso il presente provvedimento può essere presentato ricorso al TAR del Molise entro sessanta giorni dalla data di pubblicazione dello stesso, ovvero può essere proposto ricorso straordinario al Presidente della Repubblica ai sensi dell’art. 9 del D.P.R. 24.11.1971, n. 1199, entro il termine di centoventi giorni dalla data di pubblicazione stesso.

L'avviso pubblico

Allegato A: asta natanti

Modello di ammissione