Ladri in fuga finiscono nella cunetta e perdono il "bottino"

REFURTIVA ven 25 novembre 2022
Cronaca di La Redazione
1min
Ladri in fuga finiscono nella cunetta e perdono il "bottino" ©melaverde
Ladri in fuga finiscono nella cunetta e perdono il "bottino" ©melaverde

BASSO MOLISE. Nella notte tra martedì 22 e mercoledì 23 novembre sono avvenuti altri furti nelle campagne di Montenero. Questa volta, però, il colpo, sebbene andato a segno, è finito con la refurtiva persa per strada.

Gli improbabili “Lupin”, poco esperti nella conduzione del mezzo agricolo appena rubato, con un maiale a bordo, sono finiti in una cunetta abbandonando il tutto.

Andiamo con ordine. Intorno alle quattro di notte di mercoledì, sconosciuti sono entrati in un'azienda agricola in contrada Difesa Grande e hanno messo fuori uso telecamere e sistema di allarme. Hanno quindi preso un trattore con carretto, sul quale hanno caricato anche altri oggetti, come caldaie di rame e suppellettili, per poi ammazzare uno dei due maiali trovati nella stalla e portarlo via. Operazione fatta in maniera maldestra parrebbe, poiché il mattino dopo sono stati trovati schizzi di sangue dappertutto. Con ogni evidenza anche i ladri si sono macchiati. L'animale è stato caricato sul carretto, usato poi anche per trasportare oggetti rubati in altre masserie nella confinante contrada Pontone Macchiozzi, dove altre case coloniche sono state prese di mira dai ladri.

Il mattino seguente a chiamare il proprietario di trattore e maiale sono stati i Carabinieri di Termoli, avvisati da qualche passante. Il carretto era infatti finito in una cunetta lungo la strada che conduce a Guglionesi ed erano stati vani i tentativi di tirarlo fuori, le ruote del trattore erano infatti affondate nel terreno. I ladri erano stati costretti a lasciare tutto e scappare.

Allo sguardo più attento di esperti del settore non è sfuggito che il selettore della trazione integrale non era stato inserito. In altri termini, con due sole ruote motrici il mezzo non ce l'aveva fatta a tirare dal fosso il carretto. Un agricoltore esperto avrebbe saputo come fare, ma è stato meglio così. Il maiale di duecento chili era nel frattempo finito a terra e dovrà essere smaltito. Recuperato invece il resto della refurtiva, caricata anch'essa sul carretto.

Il furto nelle campagne arriva in concomitanza con altri episodi in paese, oltre che in centri limitrofi, a opera quasi certamente di altre bande, caratterizzate da altre modalità di azione. Tuttavia cresce l'allarme tra la popolazione, visibilmente spaventata anche perché gli episodi di questi giorni arrivano a soli dieci giorni da altri analoghi. Stavolta, almeno in parte, è andata male ai ladri.

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione