Addio ad Antonio del Gatto Verde: l'epopea del locale sul corso Nazionale

Cronaca
Termoli domenica 25 agosto 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
Il mitico Gatto Verde
Il mitico Gatto Verde © Termolionline.it

TERMOLI. Purtroppo questa settimana non c'è soluzione di continuità, una settimana all'insegna di scomparse di persone molto conosciute e stimate da tutti e che comunque hanno lasciato un segno tangibile nella città.

Dopo l’addio a 3 personaggi legati al mondo calcistico cittadino, questa mattina è giunta la notizia di un’altra scomparsa relativa a un personaggio molto conosciuto a Termoli, si tratta di Antonio Di Vito, 79 anni, ex proprietario assieme al fratello Gianni del mitico Bar al centro del corso Nazionale "Il Gatto Verde".

Antonio e Gianni erano davvero due personaggi che hanno rappresentato uno spaccato di vita al corso Nazionale, erano davvero due persone uniche e il loro locale proprio per la posizione strategica che aveva al centro del corso principale della città, era da sempre il luogo per ritrovarsi, darsi un appuntamento: "Dove ci troviamo? Al Gatto Verde da Antonio e Gianni." A quelli della mia generazione, loro due in pratica ci hanno visti crescere e proprio nel loro locale, appena imberbi giovanotti, cominciavamo a bere i primi spinotti di birra fresca, mangiavamo una buona pizza Margherita al taglio, facevamo la colazione la mattina e la merenda il pomeriggio.

Antonio, a differenza di Gianni, era un po' più di carattere chiuso, però quando riuscivamo a farlo sorridere - era difficile - la sua risata diventava contagiosa.

I caratteri dei due fratelli diversi tra loro si compensavano e facevano di quel luogo davvero un locale caratteristico.

Che bello stare seduti al tavolino e osservare lo struscio, coi “taglia e cuci” inevitabili, altro che social.

Era come stare seduti al palco reale del Teatro alla Scala di Milano ed osservare in prima fila le vicissitudini della vita altrui e i commenti si sprecavano.

Questo grazie soprattutto a loro, Antonio e Gianni del Gatto Verde, che col loro locale hanno visto e caratterizzato 39 anni di vita e diverse generazioni di termolesi e non.

Da loro anche consumazioni gratuite e pillole di saggezza e di vita vissuta.

Con la sua scomparsa Antonio si porta via tanti ricordi, per chi come noi lo ha conosciuto e apprezzato, li ha vissuti in pratica assieme; il Gatto Verde è stato il trait d'union, il fil rouge che ha tenuto assieme diverse generazioni.

Ciao Antonio, serberemo di te il ricordo di quanto era molto più genuina la nostra Termoli, quando per ritrovarci in tutti i sensi ci dicevamo: "Ci vediamo al Gatto Verde".

La nostra redazione si unisce al dolore della famiglia Di Vito per la scomparsa del caro Antonio; i funerali si terranno domani, lunedì 26 agosto alle ore 10, presso la chiesa di San Timoteo a Termoli, partendo da via Malta 5; dopo il rito religioso funebre la salma sarà tumulata nella tomba di famiglia a Chieuti.