L'interrogatorio dei due Carabinieri, chiesta la revoca degli arresti domiciliari

Cronaca
Termoli giovedì 10 ottobre 2019
di Antonia Schiavarelli
Più informazioni su
Arresti carabinieri
Arresti carabinieri © SanSalvoweb

SAN SALVO. Si sono tenuti questa mattina gli interrogatori dei due Carabinieri della Stazione di San Salvo A.C. e G.M., davanti al Giudice per le indagini preliminari Guendalina Buccella, con gli avvocati che assistono i due indagati Alessandro Orlando e Fiorenzo Cieri.

"Il mio assistito ha risposto alle domande, ha dichiarato l'avvocato Orlando, ha negato ogni responsabilità e abbiamo chiesto la revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari, lunedì inoltre si discuterà l'annullamento dell'ordinanza presentata al Tribunale delle libertà, Il fascicolo è stato trasmesso per competenza alla Procura della Repubblica di Vasto".

Stesso ottimismo ha dimostrato telefonicamente l'avvocato Fiorenzo Cieri, difensore del carabiniere accusato dal Pubblico ministero Roberta D'Avolio di peculato, di divulgazione di segreto istruttorio, accesso abusivo al sistema informatico investigativo e detenzione illegale dei munizioni da guerra, "Abbiamo chiarito la posizione del mio assistito, abbiamo chiesto la sua liberazione e attendiamo fiduciosi l'esito della richiesta di annullamento dell'ordinanza al Tribunale del riesame".

Lunedì si saprà dunque se ai due Carabinieri verranno revocati o annullati gli arresti domiciliari a cui sono stati sottoposti, quale misura cautelare ai fini delle indagini che sono ancora in corso.