Tronchi spezzati, vasi rotti e pali divelti: il bilancio di una notte burrascosa

Cronaca
Termoli sabato 14 dicembre 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
Tronchi spezzati, vasi rotti e pali divelti: il bilancio di una notte burrascosa
Tronchi spezzati, vasi rotti e pali divelti: il bilancio di una notte burrascosa © Termolionline.it

TERMOLI. Stamane Termoli dopo la burrasca della notte per la prima volta in questo autunno e inizio inverno si è svegliata come fosse stata presa di mira da un bombardamento. Il fortissimo vento di Buriana ha spazzato via tutto quello che era possibile spazzare. In mezzo alle strade una miriade di bidoni dell'immondizia che venivano sballottati di qua e di là dalle impetuose raffiche di vento, cartelli di segnaletica stradale piegati come fuscelli pur essendo di metallo, all'ingresso della zona di Colle Macchiuzzo un albero è stato spezzato, al parco comunale vicino ai campi di tennis lo stesso, rami e rametti spezzati di netto; e ancora, nell'area parcheggio del supermercato discount EuroSpin, una lastra in plexiglass di un esercizio commerciale presente nell'area ridotta in mille pezzi, striscioni pubblicitari di stoffa ridotti in brandelli, mentre nella zona del centro commerciale Piazza Italia di viale Corsica un cartellone su basi metalliche è stato piegato come fosse stato di cartone.

Scooter scaraventati per terra, vasi di fiori su balconi di privati fatti in mille pezzi, alberi in centro potati dal vento, e come era prevedibile anche le bancarelle del Christmas Village in piazza Monumento hanno avuto tante problematiche. Insomma nulla di gravissimo però mentre imperversava la tempesta di vento nel cuore della notte si sono vissuti attimi di tensione; dopo il tremendo evento dell'uomo annegato finendo in mare al porto con la sua vettura, come preambolo di una serata movimentata, per concludere degnamente ci voleva l'allerta meteo per tenerci tutti sulla corda in tensione tutta la nottata. E come disse un noto artista napoletano: “Addà passà a' nuttat…” .