Arresto cardiaco a bordo campo, calciatore gli salva la vita col defibrillatore

Cronaca
Termoli lunedì 06 gennaio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Stefano Caiola, l'eroe di ieri
Stefano Caiola, l'eroe di ieri © Facebook

SANTA CROCE DI MAGLIANO. Si chiama Stefano Caiola e da ieri il suo profilo Facebook è divenuto una bacheca piena di ringraziamenti e di elogi. Perché? Ha salvato la vita a un uomo, molto noto a Termoli, Silvio Luciani, che da sempre è impegnato nel mondo del calcio, come sanno bene i tifosi giallorossi.

Durante una partita tra Turris Santa Croce e Guardialfiera ha avuto un arresto cardiaco. Era a bordo campo. Stefano (giocatore del Turris) gli ha praticato le manovre di rianimazione cardiocircolatoria, utilizzando anche il defibrillatore, avendo frequentato di recente un corso di Blsd. Ha scaricato 5 volte, senza arrendersi.. E continuando sempre a massaggiare. Solo alla quinta scarica Silvio si è ripreso ed è tornato cosciente. La rianimazione è stata eseguita perfettamente, tanto che Silvio non ha subito alcun deficit neurologico, né di altra natura. «Stefano è stato un grande!», riferisce uno dei testimoni di questa vicenda.

Luciani è ora ricoverato all’Utic, a Termoli, le sue condizioni sono in miglioramento.

Abbiamo interpellato un esperto, che ci ha confermato come è raro assistere a rianimazioni extraospedaliere così ben fatte.

Occorrerebbe incrementare i corsi Blsd, in piazza Monumento c'è un Dae, speriamo che ci sia sempre più gente in grado di utilizzarlo.