Sparatoria a Petacciato, la replica dei legali: "Gli agenti sono innocenti"

Fiorenzo Cieri: "I fatti che vengono contestati ai miei assistiti non posso costituire reato"

Cronaca
mercoledì 10 giugno 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Fiorenzo Cieri
Fiorenzo Cieri © Personale

VASTO. A distanza di oltre un anno dal 7 febbraio 2019 (Leggi) la Procura di Larino ha terminato le indagini sul caso dell'inseguimento con sparatoria avvenuto a seguito delle rapina effettuata a Sarni Oro (Leggi).

A riguardo il legale Fiorenzo Cieri, che difende l'interesse dei due agenti coinvolti nella vicenda, ha affermato: "I miei assistiti si protestano assolutamente innocenti, hanno agito nel pieno adempimento del loro dovere in quanto impegnati in una delicatissima operazione di polizia culminata nell'inseguimento di alcuni criminali che senza scrupoli avevano immediatamente prima effettuata una violentissima rapina presso la gioielleria del Centro Commerciale Insieme di San Salvo.

Il fatto aveva destato un enorme allarme sociale, in quanto i rapinatori, come da segnalazione al 113, avevano immobilizzato alcune persone, sparato colpi all'impazzata, infranto le vetrine ed asportato monili in oro, per poi fuggire con un auto identica a quella intercettata dalla civetta dei due poliziotti.

Questi ultimi avevano - tra l'altro - anche il lampeggiante acceso e provvedevano ad intimare immediatamente l'Alt - Polizia con la paletta di servizio.

Per cui i fatti che vengono contestati non possono - in un tale contesto storico/fattuale - costituire reato, non essendo stata l'azione dei poliziotti mossa da alcuna forma di animus ledendi.

Tuttavia i miei assistiti confidano nella serenità di giudizio della magistratura ed aspettano fiduciosi una definizione positiva del procedimento."