Sbarcano sulla costa pugliese e tentano di andare in taxi al Nord, curdi fermati sull'A14

Cronaca
sabato 03 ottobre 2020
di La Redazione
A14
A14 © Web

TERMOLI. Rintracciati tre extracomunitari della Polizia Stradale di Vasto: dopo lo sbarco volevano andare in Francia.

Tre uomini di origine turca di etnia Curda sono arrivati all'alba di ieri venerdì, sul territorio italiano a bordo di un barcone che li ha lasciati sulle coste del lungomare barese. Sul barcone erano circa una cinquantina: 35 sono stati intercettati dalle Forze dell'Ordine nell'immediatezza dello sbarco e accompagnati presso l'ufficio immigrazione della questura di Bari, mentre gli altri sono riusciti ad allontanarsi verso destinazioni sconosciute. A seguito di segnalazione della Polfer di Bari, si riusciva ad individuare un taxi sul quale erano saliti tre dei clandestini fuggiti. L'intenzione dei tre clandestini era quella di raggiungere Milano a bordo del taxi e poi in treno la Francia.

II tassista ha imboccato perciò l’autostrada A/14, ma nel territorio di Lanciano, verso le ore 12, la pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Vasto allertata per il tramite del Centro Operativo Autostradale di Pescara è riuscita ad intercettare il taxi con i tre clandestini a bordo, che venivano subito accompagnati all'ospedale Civile di Lanciano per essere sottoposti a tamponi Covid risultati negativi. I tre giovani, dichiaratisi di etnia curda, non hanno precedenti sul territorio nazionale e nella mattinata odierna sono stati posti a disposizione dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Chieti che dara corso alle attività di competenza.