Profondità di sguardi che vanno oltre la materialità, l'arte di Ylenia Paladino

Cultura
domenica 26 settembre 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Ylenia Paladino e Franca Desantis
Ylenia Paladino e Franca Desantis © Termolionline

TERMOLI. Un weekend, l’ultimo di settembre, non numerose iniziative in città. Spicca anche la rassegna artistica di un’amica di Termolionline, Ylenia Paladino, che espone anche stasera, dalle 22 alle 24, presso la Torretta Belvedere di Termoli, dopo il debutto avvenuto ieri.

In evidenza soprattutto l'opera pittorica scelta per la Biennale di Milano assieme alle le altre che andranno a: Firenze, Innsbruck e Londra, dando la possibilità di vedere dal vivo la pittura della nostra concittadina.

L’evento è patrocinato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Termoli.

A recensirla la presidente dell’associazione Terra dei Padri, Franca Desantis.

«Un bel sabato sera di fine settembre, con condizioni meteo quasi estive ma senza la frenesia e l'eccitazione dell'estate bensì i toni caldi, avvolgenti e rilassanti del giovane autunno.

Tanta gente a passeggiare lungo Corso Nazionale, gente serena e placida con cui è stato spontaneo scambiarsi un sorriso, pur senza conoscersi.

Alle 22 l'attesa esposizione dei dipinti di Ylenia Paladino, presso la Torretta Belvedere. In questo ambiente magico, dedicato a Carlo Cappella noto pittore e poeta di Termoli, le opere hanno trasmesso la loro incantevole bellezza e la particolarità di una tecnica accurata.

Profondità di sguardi che vanno oltre la materialità.

Questi dipinti partiranno per un lungo viaggio attraverso l'Europa, iniziando dalla Biennale di Milano.

Poterli ammirare lo ritengo un privilegio, come le tante belle persone che erano presenti e con cui ho condiviso questa emozione straordinaria!

All'autrice Ylenia Paladino vanno le mie felicitazioni per il riconoscimento al merito conferitole da ambienti e personaggi autorevoli.

Ai quadri auguro un buon e lungo percorso, adesso vivono di vita propria!

La bellezza non salverà il mondo, lo salveranno uomini e donne che sapranno, oltre ogni preconcetto, assaporare la nobiltà della bellezza».