Saint-Germain-des-Prés: un passo indietro per ritrovarsi

Cultura
Termoli martedì 20 marzo 2018
di La Redazione
Più informazioni su
“Saint-Germain-des-Prés”
“Saint-Germain-des-Prés” © Facebook

MONTENERO DI BISACCIA. In occasione della Giornata Mondiale del Teatro, che si celebra il 27 marzo, istituita a Parigi nel 1962 e promossa dalle Nazioni Unite e dall’Unesco al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dell’espressione teatrale, gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado di Montenero di Bisaccia e Mafalda, diretta dal dirigente scolastico Patrizia Ancora, parteciperanno al concorso interno “Souvenirs de théâtre” ovvero ricordi di una mattina a teatro. Facendo tesoro della positiva esperienza vissuta il 14 marzo 2018, nel corso della rappresentazione teatrale “Saint-Germain-des-Prés” presso l’Auditorium Unità d’Italia di Isernia, gli alunni elaboreranno un testo critico sullo spettacolo. Per gli studenti dell’Omnicomprensivo e la loro docente di lingua francese Kabiria Bolognese, la visione di uno spettacolo teatrale in lingua è ormai un appuntamento annuale. Per quest’anno la scelta è ricaduta sulla compagnia France Théâtre, riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca. Una valida proposta educativa, ricca di spunti a livello interdisciplinare che ha visto il coinvolgimento attivo della docente di lingua francese e delle docenti Angela Cianfagna, Diana D’Aulerio, Paola Carcillo e Gabriele Blandina, che lavoreranno sulla riflessione critica dello spettacolo in lingua italiana.

Una commedia musicale ambientata nel cuore di Parigi, punto di ritrovo di artisti ed intellettuali, vede come protagonista Gabriel, cameriere al Café de Flore, che ama la musica e non riesce ad identificarsi nel suo ruolo di garçon de café. Una sera, dopo la chiusura del locale, Gabriel attraverso una porta viene catapultato nel Secondo Dopoguerra, incontra la banda dei Zazous, giovani artisti, che attraverso un percorso parallelo tra passato e presente, raccontano del loro mondo che altro non è se non lo stesso quartiere settant’anni prima. La rappresentazione teatrale e musicale è una creazione interattiva che mette in luce un momento storico fondamentale per la Francia legandolo all’attualità. Attraverso la letteratura e la storia raccontate in modo originale, lo spettacolo costruisce un ponte tra i valori espressi nelle opere di Sartre e dell’esistenzialismo e la realtà di oggi, in un contesto europeo in continua trasformazione.

Le canzoni e le danze, che hanno caratterizzato le due epoche storiche, costituiscono la centralità della commedia musicale. A questi momenti che danno vivacità allo spettacolo, si inserisce il pensiero espresso da Sartre “l’esistenza precede l’essenza” principio condiviso dal drammaturgo siciliano Luigi Pirandello: «Ognuno di noi, per riuscire a vivere insieme agli altri recita un ruolo. Gli altri costituiscono lo specchio del nostro essere».

Le tematiche: l’unità europea, la libertà dei popoli, lo sviluppo tecnologico, le conquiste civili hanno lo scopo di sensibilizzare gli studenti all’interculturalità, alla costruzione del proprio senso civico e ci ricordano quanto lo scambio culturale, la forza dell'arte, riescano a cambiare le cose in ogni periodo e contesto storico.

Grande entusiasmo e coinvolgimento degli alunni che tra musica, dialogo, confronto, condivisione speranze e idee, tipici dell’adolescenza, hanno vissuto il teatro come luogo d’ascolto di sé e dell’altro.

Un sottile messaggio alle nuove generazioni: ogni epoca ha la sua funzione e noi viviamo in questa.

Il mondo vi appartiene. Fate la vostra parte!