Studenti-bagnini, il corso di formazione professionale per la sicurezza in acqua

Cultura
giovedì 17 maggio 2018
di Michele Trombetta
Più informazioni su
corso da Bagnino di Salvataggio
corso da Bagnino di Salvataggio © TermoliOnLine

TERMOLI. E' stato stipulato un atto d'intesa con il MIUR, mirato alla prevenzione degli annegamenti e all'educazione della sicurezza in acqua. In merito a questo, siamo stati testimoni della giornata conclusiva del 31° corso da bagnino di salvamento della sezione territoriale della Regione Molise a Termoli, il cui direttore è il professor Dario Mascellaro, tenuta presso la piscina comunale cittadina dove un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Alfano ad indirizzo sportivo ha eseguito le prove per essere poi valutato nello svolgimento delle nozioni acquisite durante la fase teorica e pratica del corso, unico in Italia nei licei scientifici ad indirizzo sportivo.

Fare il bagnino presuppone, oltre ad una buona prestanza fisica, la capacità di valutare le condizioni ambientali, di sorvegliare i propri bagnanti, di individuare le situazioni a rischio o le persone in pericolo, saper usare le attrezzature di salvataggio, ecc.

Gran parte del suo lavoro è fatto di sorveglianza e di prevenzione e solo occasionalmente interviene con una prestazione "da sportivo”. Ciò non significa che non debba essere in buona forma fisica, ma il fatto di essere impegnato per molte ore al giorno in un'attività quasi soltanto passiva in attesa di un evento, che può essere previsto solo con un tempo minimo di anticipo, modifica completamente la sua strategia dell'attenzione, la tattica dell'intervento e la sua attività lavorativa in genere.

Nell'attività di un soccorritore professionista vi è la capacità di valutare un gran numero di variabili (il tipo di fondale e i rischi specifici del luogo), ma soprattutto è importante la sua capacità di anticipare il comportamento degli altri attori in gioco. Tutte queste variabili fanno di un salvataggio un evento unico difficilmente ripetibile.

Le lezioni effettuate sono state su diversi temi: i Pericoli della balneazione, Sorveglianza e annegamento, Tecniche di salvataggio, Aspetti legati del servizio di salvataggio e le piscine. Fare il bagnino richiede oggi un certo livello professionale, non solo una buona preparazione teorica, ma anche un'adeguata esperienza.

Il Bagnino di salvataggio, grazie anche all’impegno di chi insegna a diventare tale, è sempre più visto come un soccorritore specializzato in acqua e non è soltanto un esperto del nuoto e delle tecniche di rianimazione.