Identitas: parata di stelle nell'evento creato da Stefano Leone per ricordare Nicolino Di Pardo

Cultura
Termoli lunedì 20 agosto 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Davide Cavuti a Venezia due anni fa
Davide Cavuti a Venezia due anni fa © Termolionline.it

TERMOLI. Ci siamo, oggi a Termoli c’è un evento unico nel suo genere, Identitas. L’ultima invenzione – nel senso buono del termine – del poliedrico e mai banale Stefano Leone, che ogni estate riesce a creare una manifestazione capace di portare a Termoli il gotha del mondo dello spettacolo.

Stavolta, tocca a uno dei sovrani del teatro italiano, Ugo Pagliai, nobilitare, assieme ad altri importanti esponenti dello star system, una serata in ricordo di Nicolino Di Pardo.

La presenza di un gigante quale Ugo Pagliai rappresenta il cosiddetto evento nell’evento, perché chi conosce il mondo teatrale sa bene di quale professionista sommo stiamo parlando.

Identitas è un progetto culturale ideato e curato da Stefano Leone. La prima serata a Villa Livia a Termoli, alle ore 21, in punto, vedrà la presenza di protagonisti di primissimo piano nel campo del teatro, del cinema e della musica non solo italiana.

«Ecco in anteprima i premiati con Identitas, premio nazionale per la cultura – ci riferisce Leone - primo fra tutti Ugo Pagliai, tra i più importanti attori e doppiatori italiani, che sarà premiato per il Teatro italiano. Edoardo Siravo, pregiatissimo attore di origini molisane premiato come attore protagonista del film Un’avventura romantica. Ma non solo, Davide Cavuti raffinato e noto regista e compositore, premiato per la regia del film-docu Preghiera.

Ospiti di assoluto pregio Javier Girotto, sassofonista strepitoso e Martin Diaz, chitarrista eccelso. Non da meno la presenza artistica dei ballerini professionisti Raffaele Oliva e Giusy Fanaro, ballerina del Centro danza di Termoli. Ed ancora la voce di Antonella Pacifico, la presenza di Gabriele Antinolfi, Antonio D’Ambrosio, Errico e Liberato Russo, Antonio Mucci.

L’evento è idealmente dedicato alla figura dell’importante artista molisano Nicola Di Pardo che sarà omaggiato e premiato con il Premio Nazionale Identitas per la poesia. La serata, su invito, non prevede interventi dal pubblico e l’invito mostrato all’ingresso dovrà corrispondere alla lista prevista. Il 26 ottobre ci sarà una seconda speciale serata di Identitas dedicata tutta alla poesia in vernacolo».

Questo premio nazionale nasce in memoria di un termolese che era nostro amico, Nicola Di Pardo, artista a tutto tondo, tra liriche in vernacolo e tele, e quest’anno viene dedicato proprio a lui, scomparso lo scorso 6 aprile. Un tributo doveroso, un giusto omaggio, per perpetuare il ricordo a un personaggio poliedrico che ha dato tanto alla città di Termoli, alla sua comunità e alla sua storia. Ideato con la regia di Stefano Leone che già nel 2010 aveva reso tributo al nostro concittadino.

Preziosi saranno anche gli interventi e le testimonianze di Antonio D’Ambrosio, Errico Russo e Liberato Russo. Previsti anche i saluti del sindaco Sbrocca e del governatore Toma. «E’ l‘adempimento di una promessa - afferma l’ideatore e curatore Stefano Leone- ma anche un doveroso omaggio alla cultura secondo il principio che i nostri talenti, nei diversi settori, vanno individuati, incoraggiati, esportati».