«Libriamoci, perché leggere arricchisce»

Cultura
Termoli venerdì 08 novembre 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
Libriamoci
Libriamoci © Termolionline.it

TERMOLI. Parte il progetto "Libriamoci” illustrato nel suo svolgimento e nella sua dinamica questa mattina presso nella presidenza dell’istituto Boccardi-Tiberio di Termoli dalla dirigente Maria Maddalena Chimisso e dalla prof Alessandra Santagata, che hanno illustrato come si è giunti a sviluppare questa idea.

«Vogliamo incentivare una lettura diversa che offra molti più vantaggi. Puntare su una lettura che sollecita il livello emotivo. Può favorire anche il livello relazionale tra i ragazzi. Scuole votate a una preparazione professionale specifica. Siamo in una società mutevole e abbiamo l'opportunità di offrire ai ragazzi queste opportunità. La lettura aggiunge una grande apertura di orizzonte mentale. Noi abbiamo deciso di aderire all'iniziativa libriamoci 2019_2020. Letture che sono unite da un filone tematico legati alla salvaguardia dell'ambiente, il rispetto della natura e i cambiamenti climatici. Testi che avessero una grande ampiezza come il cantico delle creature, saggi di giornale e abbiamo deciso di portare avanti questo progetto in senso verticale e creare un ponte comunicativa tra i ragazzi della scuola secondaria di primo e secondo grado. Sono 14 classi della scuola media tra San Martino in Pensilis Ururi e Portocannone, 15 classi della Bernacchia e 16 della Schweitzer.

Le letture scelte hanno toccato le corde della loro anima della loro sensibilità. Lo scopo educare i ragazzi al piacere di sedersi con un libro senza avere dei limiti temporali e dunque godere della lettura».

Anche un ragazzo, Manuel, che partecipa all'iniziativa, anche a nome dei suoi compagni, ha detto poche parole ma significative: «La lettura è qualcosa che va ad arricchire la personalità di ognuno. Rilascia emozioni particolari».