Come aumentare le tue aspettative di vita? Non rinunciare al caffè

Nero e bollente gio 14 luglio 2022
Dal web di La Redazione
2min
Come aumentare le tue aspettative di vita? Non rinunciare al caffè ©TermoliOnLine
Come aumentare le tue aspettative di vita? Non rinunciare al caffè ©TermoliOnLine

C’è chi dice che fa bene, chi lo descrive come il male del secolo, chi lo elimina completamente dalla sua vita e poi ci sono gli studiosi che cercano di analizzare il caffè con occhio critico e che scoprono che questa bevanda, tanto amata dagli italiani, potrebbe aiutarci a vivere più a lungo.

 L’usanza di bere un caffè non nasce in Italia, ma è a Napoli che viene inventata la ‘cuccumella’, una forma rudimentale della tradizionale moka, che verrà poi migliorata e proposta sul mercato nel 1933 da Alfonso Bialetti, ed è sempre nella nostra nazione, in particolare a Torino, che agli inizi del ‘900 si inizia a parlare di espresso, grazie all’idea di Angelo Moriondo, che crea una macchina in grado di utilizzare la pressione dell’acqua per preparare un caffè.

Inizialmente questa complessa tecnologia era riservata ai bar, successivamente sul mercato vennero immesse macchine per caffè espresso ad uso casalingo, che oggi si possono acquistare nelle più famose catene di negozi che si occupano di tecnologia, per capire di cosa stiamo parlando potete consultare il volantino Mediaworld.

Nell’arco degli anni il consumo di una tazzina di caffè è stato descritto da alcuni dottori come benefico, da altri come nocivo per la salute. Gli ultimi studi in materia sembrano dar ragione a chi ritiene che il caffè possa avere effetti benefici sulla vita dell’individuo.

In particolare, un recente studio di tipo osservazionale condotto da un team di ricercatori cinesi ha analizzato per 10 anni un campione di 171 mila persone inglesi. Il risultato? Gli individui che normalmente consumavano caffè avevano una probabilità di decesso più bassa del 20%.

Un altro studio chiamato ‘Il caffè bevuto quotidianamente può giovare al cuore e aiutarti a vivere più a lungo: ecco quanto berne’ proviene dall’Università di Melbourne. I ricercatori sostengono che bere caffè diminuisce il rischio di malattie cardiache e ci aiuta a vivere più a lungo. Il fatto che la caffeina sia in grado di aumentare il battito cardiaco ha portato i dottori ad associare il caffè alle malattie cardiache. Il dott.re Kistler autore dello studio, afferma invece, che il caffè ha un effetto neutro, se non addirittura benefico nei confronti delle patologie del cuore.

Secondo il report dell’OMS sulla speranza di vita e mortalità l’Italia è il Paese al mondo in cui il tasso di invecchiamento della popolazione è il più intenso e veloce, questo dato non è direttamente collegabile al fatto che noi italiani amiamo il caffè, ma le recenti ricerche potrebbero spingere gli studiosi a fare un'analisi di questo tipo e a cercare una correlazione fra la speranza di vita e il consumo di caffè.

Ma quali sono le certezze che abbiamo fino ad oggi sul caffè ed i suoi benefici?

 L’EFSA (European Food Safety Authority) ha dedicato una pagina del suo sito web alla caffeina, ai suoi effetti e alle controindicazioni. Secondo l’Agenzia Europea la caffeina ‘aumenta la lucidità mentale riducendo la sonnolenza’. Il consumo giornaliero massimo deve essere di circa 400 mg al giorno, circa 3/4 caffè.

 L’Istituto superiore della sanità ci dice che gli effetti benefici del caffè potrebbero essere numerosi come: farci sentire meno stanchi, favorire la concentrazione, migliorare l’umore e aumentare le prestazioni fisiche e mentali.

I recenti studi stanno offrendo una nuova vita al caffè, elogiando sempre più i suoi benefici e rivalutando i suoi effetti collaterali. Se secondo la tradizione popolare una mela al giorno toglie il medico di torno, la scienza presto potrebbe dirci che anche un caffè al giorno toglie il medico di torno, aumentando così le nostre aspettative di vita.

Ti potrebbero interessare

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione