eSports, la nuova frontiera della competizione sportiva

In postazione mar 26 luglio 2022
Dal web di La Redazione
2min
eSports, la nuova frontiera della competizione sportiva ©TermoliOnLine
eSports, la nuova frontiera della competizione sportiva ©TermoliOnLine

Molto più che probabilmente anche voi, come tutti gli altri del resto, siete soliti cercare su Internet le risposte ai diversi interrogativi che possono capitare nella vita di tutti i giorni. Consigli su come investire in borsa, come funziona app bet365 per scommesse sportive, che outfit scegliere per la stagione, come affrontare il caldo durante l'estate, come risparmiare dove possibile sulle bollette di casa e così via.

In particolare, il tema delle scommesse sportive online sta prendendo sempre più piede e rappresenta una valida alternativa per tutti gli appassionati che possono godere e usufruire dei servizi di gioco comodamente dal proprio smartphone, ovunque si trovino.

A tal proposito, moltissimi bookmakers hanno messo a disposizione le loro applicazioni proprio per facilitare tutte le pratiche.

Uno dei bookmaker più famosi del panorama scommesse è Bet365. La sua App per le scommesse sportive è veramente facile e intuitiva nell’utilizzo. Scaricarla è semplicissimo perché è presente per tutti i sistemi operativi Android, iOS, Windows Phone ed anche Blackberry. Il layout è molto semplice da usare e la scelta dei mercati e delle opzioni di scommessa è veramente molto ampia e completa: si possono, ad esempio, piazzare giocate in singola, in multipla, scommesse live o pre-match.

Inoltre, per smaltire lo stress di tutti i giorni, molti sono coloro che si appassionano sempre di più al mondo dei videogiochi. Pensate infatti che il settore degli eSports (ovvero gli “sport elettronici”) oggi sta vivendo una notorietà mai vista prima. Apparsi per la prima volta durante gli sfavillanti anni Ottanta, i videogiochi da giocare in maniera competitiva sono una sfida allettante per ogni appassionato che si rispetti.

Agli occhi dei più potrebbe sembrare del tempo buttato o un passatempo per ragazzini troppo cresciuti, ma non c'è niente di più sbagliato in tali affermazioni. Partiamo, dunque, prima di tutto dall'atleta in generale.

Serve innanzitutto una certa coordinazione tra occhi e mani, una mente sveglia e brillante pronta ad elaborare strategie e soluzioni in caso di emergenza, una certa calma e razionalità per gestire al meglio i momenti più critici, una disciplina o più che si riesce a padroneggiare ed anche una certa attrezzatura.

Ovviamente qui non stiamo parlando di parastinchi, caschi, tacchetti o simili, ma bensì di computer da gaming, console, sedie ergonomiche, mouse e tastiera che seguano le linee della mano, monitor abbastanza grandi per avere un panorama completo sulla situazione, delle cuffie con microfono per ascoltare tutto e comunicare con la squadra e naturalmente gli immancabili nervi d'acciaio (già detto, ma meglio ribadire).

Oltre a ciò ci sono anche i vari energy drink per “ricaricarsi” durante le sessioni di gioco, che poi sono tra gli sponsor delle manifestazioni assieme alle aziende di hardware e software, un allenatore che segua i progressi, un team sponsorizzato ed ovviamente un nickname che renda riconoscibili tali giocatori.

Se nel resto del mondo tale realtà è molto più solida e collaudata, Stati Uniti d'America ed Asia in primis, in Italia tale tipo di competizione sta raggiungendo le cronache nazionale e non solo ora.

Inoltre non va dimenticato che, sempre al contrario del resto del mondo, nel nostro Paese mancano comunque ancora aziende e sponsor disposti ad investire in questi giovani che hanno rivoluzionato il mondo dello sport.

In ogni caso, a livello mondiale, si parla di montepremi non da poco, ma il vero “gruzzolo” sono le sponsorizzazioni che superano già abbondantemente il mezzo miliardo (sempre a livello globale). Per non parlare poi del giro delle scommesse che tali sport generano! Ancora convinti che si tratti di una perdita di tempo?

Ti potrebbero interessare

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione