Soa: “Diritto di opinione e di libertà calpestati da una politica di basso livello”

Flash News
sabato 15 maggio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Soa
Soa © Personale

CAMPOBASSO. “Ribadiamo l'incapacità politica sui contenuti e metodi della regione Molise,  l'arroganza di continuare a distruggere un tessuto sociale ormai al tappeto.

Varie notizie di questi giorni ci informano su querele da parte della politica nostrana verso l'attivismo di protesta popolare, di informazione e addirittura di repressione attiva su cittadini, anche con scontri fisici. Alcuni giovani di Campobasso e altri testimoni informano pubblicamente e in particolare uno di loro, di essere stati aggrediti verbalmente e fisicamente, quindi rincorsi nelle strade del capoluogo  da un uomo delle istituzioni della regione Molise dopo aver espresso un'opinione sull'operato politico della maggioranza, già assessore regionale lampo nonché attuale componente della segreteria del presidente di regione, quest'ultimo fattaccio aggiunto agli altri attacchi  se confermato la gravità sarebbe inaudita.

Un basso livello politico già noto sui contenuti e nei metodi delle poltrone , disastro sul lavoro e sanitario in primis. Continueremo a dire no alla repressione sociale in Molise da parte del potere politico e partitico , si alla libertà e al Diritto di opinione e di protesta collettiva”. Coordinamento SOA - Sindacato Operai Autorganizzati.