Guglionesi, si torna in classe. Bellotti: «Scuola è socialità, confronto e scambio»

Flash News
mercoledì 15 settembre 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Il sindaco di Guglionesi Mario Bellotti inaugura l'anno scolastico 2021/2022
Il sindaco di Guglionesi Mario Bellotti inaugura l'anno scolastico 2021/2022 © Personale

GUGLIONESI. «Condivido con voi l’emozione sempre uguale del primo giorno di scuola e Auguro un buon anno scolastico alla Preside, a tutto il personale docente e non docente dell’Istituto Omnicomprensivo di Guglionesi, composto dalla scuola per l’infanzia, dalla scuola primaria di I Grado, dal Liceo Economico Sociale, dal Liceo Linguistico edal Liceo delle Scienze Umane e soprattutto un grande augurio di buon anno scolastico agli alunni e ai genitori che, finalmente, dopo tanti mesi di lezioni a distanza, vedono i loro figli ritornare sui banchi di scuola in presenza». Il messaggio del sindaco Mario Bellotti.

«Abbiamo scoperto l’importanza che ha lo svolgimento dell’attività scolastica in presenza, perché la scuola è fatta anche di socialità, di confronto e di scambio che avvengono attraverso contatti umani reali e non virtuali; la scuola deve anche insegnare a vivere tra e con la gente.

Abbiamo però imparato che ciò non è scontato e dobbiamo a tutti i costi e in tutti i modi far si che non si torni indietro!

Quindi ancora di più dobbiamo stare attenti ad adottare tutte quelle precauzioni sanitarie che in questi anni abbiamo imparato a conoscere, e cioè lavarsi e igienizzare spesso le mani, evitare gli assembramenti e seguire scrupolosamente altre misure specifiche per chi frequenta gli ambienti scolastici.

Se rispettiamo queste misure precauzionali, insieme con la somministrazione del vaccino, che per ora resta, voglio ricordarlo ancora, l’antidoto più efficace per combattere il Covid-19, possiamo ben sperare di superare definitivamente la pandemia e tornare alla vita normale ad una vita umana.

Nel tempo, abbiamo visto la nostra scuola di Guglionesi crescere in qualità e in quantità dell’offerta formativa, e stanno a dimostrarlo i numeri sempre crescenti di iscrizioni al nostro Liceo, segno inequivocabile dell’alta professionalità degli insegnanti e delle capacità dimostrate dalla dirigente scolastica.

Se abbiamo raggiunto questi livelli, il merito è principalmente loro; poi, certamente, questa amministrazione non è stata a guardare, ma ha cercato di favorire in tutti i modi possibili questa crescita fornendo spazi confortevoli e sicuri, mettendo a disposizione della scuola un teatro comunale, sia per svolgere manifestazioni ed eventi, sia per assistere ad eventi culturali proposti dal Comune, come abbiamo fatto prima che scoppiasse l’emergenza sanitaria, ma che siamo pronti a riproporre da quest’anno, e infine, voglio ricordarlo ancora, che questa Amministrazione da quando è in carica, attraverso il tagli delle proprie indennità di funzione, eroga ogni anno 5.000 euro in borse di studio in favore dei ragazzi più meritevoli.

Saremo sempre a vostro fianco, convinti più che mai dell’importanza della cultura e della formazione scolastica, come un ospedale cura il corpo, la scuola, la cultura cura la mente e lo spirito e rende una comunità migliore.

Buon anno scolastico».