Honda in Val di Sangro festeggia 50 anni, Okuda: "Aspettative altissime"

Manager Europa: "Ad Atessa ordine e grande motivazioni. Punto di riferimento in Europa, un successo italiano e cromosomi giapponesi"

Flash News
giovedì 14 ottobre 2021
di La Redazione
Honda
Honda © Vastoweb

ATESSA. "Il 13 settembre del 1971 inizia la storia della Honda Italia, un successo tutto italiano ma con cromosomi giapponesi. Ci prepariamo a festeggiare i nostri primi 50 anni, punto di riferimento in Europa".

Con tale premessa dell'azienda nipponica oggi taglio del nastro per il primo mezzo secolo di attività della Honda Italia di Atessa (Chieti) che ha fissato due date di festeggiamenti, il 13 e 16 ottobre. Oggi in visita manager, dirigenti e quadri aziendali, rappresentanti delle istituzioni, sindaci e sindacati, accolti dal direttore di stabilimento Marcello Vinciguerra; sabato 16 sarà la volta dei dipendenti e delle loro famiglie. 
   
In un meeting interno ricordata la filosofia aziendale racchiusi nell'eredità morale di Soichiro Honda; "Il lavoro in team per il raggiungimento di un obiettivo comune, la costante ricerca di miglioramento e l'impegno nei confronti dei clienti. 
   
Le sue fondamenta sono i principi fondamentali, basati su rispetto per l'individuo e le tre gioie(creare, vendere e comprare), principio aziendale e politiche manageriali. 

"Voglio congratularmi con la Honda Italia per il cinquantesimo anniversario e sono molto felice di essere ad Atessa per festeggiare con voi. Ho visitato per la prima volta lo stabilimento produttivo: ho notato subito ordine e organizzazione e visto la grande motivazione di tutti gli associati verso il proprio lavoro".

Lo ha detto oggi ad Atessa il Presidente di Honda Motor Europe, Katsuhisa Okuda in occasione dei 50 anni dello stabilimento in Val di Sangro. 
   
"Nel corso degli anni - ha spiegato Okuda - ci sono stati molti cambiamenti che hanno reso sempre più alto il livello di competitività della Honda Italia, oggi unico sito produttivo due ruote Honda in Europa, e da quest'anno capogruppo degli altri siti produttivi europei, per il raggiungimento di grandi obiettivi. Questo cinquantesimo anniversario è frutto di una forte collaborazione tra Associati italiani, staff giapponesi e territorio. Il mio ringraziamento è per tutti. Continuiamo a portare gioia ai tanti clienti che aspettano i prodotti d'eccellenza made in Honda Italia. Le mie aspettative sulla Honda Italia sono altissime", ha chiuso il manager nipponico. 

Tra gli ospiti il sindaco di Atessa Giulio Borrelli che dice: "Sono stati 50 anni di modelli leggendari e alterne vicende che hanno consacrato Honda a livello italiano ed europeo. Ora si aprono nuove sfide sociali ed ambientali, con ruoli che spettano alla direzione e manager, ma che alle istituzioni, quali Governo e Regione. Bisogna competere ancora di più ed essere all'altezza delle nuove sfide - aggiunge Borrelli - Noi sindaci della Val di Sangro abbiamo avanzato un contratto istituzionale di sviluppo perché c'è bisogno di attenzione e investimenti. Ora abbiamo anche il Pnrr e qui va messo anche una parte di studio per la ricerca innovativa del domani per le moto e furgoni, come la Sevel. Inoltre vanno create le infrastrutture per realizzare un contesto accogliente e competitivo per essere strategici per l'industria automotive nazionale. E' il momento favorevole dopo che in passato non è stato fatto molto". (FONTE ANSA).