Il Santo viaggio in famiglia: per vivere il Natale del Signore

Flash News
giovedì 25 novembre 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Il Santo Viaggio in Famiglia, la scheda della giornata mondiale dei poveri
Il Santo Viaggio in Famiglia, la scheda della giornata mondiale dei poveri © Personale

TERMOLI-LARINO. Pregando il Salmo Responsoriale della Liturgia della Parola. Pregando il Salmo Responsoriale della Liturgia della Parola

Genitori: O Dio, vieni a Salvarci

Figli: Signore vieni presto in nostro aiuto.

Insieme: Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo; come era in principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen

Breve introduzione. (Un membro della famiglia) Sono tante le ragioni e le situazioni che di volta in volta destabilizzano la nostra vita personale e di famiglia. Quanto desidereremmo rimanere stabili in queste situazioni! Il salmista esprime questa situazione esistenziale: la paura che viene da ciò che accade e il desiderio di stabilità. La risposta non è nelle nostre forze, ma è a nostra portata se ci apriamo, come l’orante del salmo, al Signore, rivolgendoci a Lui e confidando in lui.

Insieme: A te, Signore, innalzo l’anima mia, in te confido (recitare un versetto ciascuno)

 

A te, Signore, elevo l'anima mia,

Dio mio, in te confido: non sia confuso! Non trionfino su di me i miei nemici!

Chiunque spera in te non resti deluso, sia confuso chi tradisce per un nulla. Fammi conoscere, Signore, le tue vie, insegnami i tuoi sentieri.

Guidami nella tua verità e istruiscimi, perché sei tu il Dio della mia salvezza, in te ho sempre sperato.

Ricordati, Signore, del tuo amore, della tua fedeltà che è da sempre.

Non ricordare i peccati della mia giovinezza: ricordati di me nella tua misericordia,

per la tua bontà, Signore. Buono e retto è il Signore,

la via giusta addita ai peccatori guida gli umili secondo giustizia, insegna ai poveri le sue vie.

Tutti i sentieri del Signore sono verità e grazia per chi osserva il suo patto e i suoi precetti.

Per il tuo nome, Signore,

perdona il mio peccato anche se grande

 

Chi è l'uomo che teme Dio?

Gli indica il cammino da seguire. Egli vivrà nella ricchezza,

la sua discendenza possederà la terra.

Il Signore si rivela a chi lo teme, gli fa conoscere la sua alleanza.

Tengo i miei occhi rivolti al Signore, perché libera dal laccio il mio piede. Volgiti a me e abbi misericordia, perché sono solo ed infelice.

Allevia le angosce del mio cuore, liberami dagli affanni.

Vedi la mia miseria e la mia pena e perdona tutti i miei peccati.

Guarda i miei nemici: sono molti e mi detestano con odio violento.

 

(Insieme) Proteggimi, dammi salvezza; al tuo riparo io non sia deluso.

Mi proteggano integrità e rettitudine, perché in te ho sperato.

O Dio, libera Israele

da tutte le sue angosce.

 

Insieme: A te, Signore, innalzo l’anima mia, in te confido

Momento di silenzio. Ognuno rilegge il Salmo per proprio conto. Segue una breve condivisione: ognuno ripete il versetto che lo ha colpito, eventualmente con una breve sottolineatura.

Tutti insieme:

Liberaci da tutte le nostre angosce, Padre clementissimo, perché noi eleviamo a te le nostre anime. Dimentica ti preghiamo i nostri peccati e non tener conto della nostra negligenza, ma aiutaci e sostienici lungo tutta questa settimana.

Impegno per la settimana. Non diamo spazio alla sfiducia, ripetiamo spesso: confido in Te, Signore, vieni in mio aiuto.

Attività: individuiamo il posto dove faremo il nostro presepe. Si conclude la Preghiera recitando il Padre Nostro.

Letture della liturgia: Geremia 33,14-16; 1Tessalonicesi 3,12-4,2; Luca 21,25-28.34-36