Romagnuolo: «Riaprire il pronto soccorso di Larino è un dovere morale»

Flash News
Termoli mercoledì 05 dicembre 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Aida Romagnuolo
Aida Romagnuolo © personale

LARINO: «Come atto di buona volontà politica, sociale ed umana, mi aspetto che questa nuova maggioranza in seno al Consiglio Regionale del Molise, voluta e premiata fortemente dal popolo molisano come il nuovo che avanzava, come segnale di reale cambiamento con il passato e di sincera vicinanza ai cittadini e al territorio, nell'immediato e cioè, nel più breve tempo possibile, riattivi anche nell'Ospedale Vietri di Larino il suo pronto soccorso capace di assolvere alle sue funzioni e capace di soddisfare una utenza di oltre trentamila potenziali pazienti. Diversamente, come consiglieri regionali stiamo sbagliando tutto, siamo lontani dalla realtà e dai problemi della gente».

E' quanto dichiarato da Aida Romagnuolo, capogruppo della Lega alla Regione Molise. «Se per davvero vogliamo dare ai cittadini un segnale di cambiamento, ha continuato Romagnuolo, dobbiamo per davvero e seriamente impegnarci perché la politica del buonsenso prenda il sopravvento sulla politica delle promesse, sulla politica delle parole e non quella dei fatti, anche in considerazione che quella che noi consiglieri regionali stiamo vivendo, non può più essere la stagione delle solite litanie, delle solite chiacchiere, dei conviviali, ovvero la solita storiella dove da una parte c'è la politica ed il politico di turno che può tutto ma produce poco e, dall'altra parte ci sono gli ammalati, la povera gente che non sa a quale Santo rivolgersi. Personalmente, ha concluso Romagnuolo, il modo più semplice per esaudire le richieste di quella popolazione, è fare in modo che la nuova maggioranza della politica regionale targata Toma, si riscatti anche come dovere morale impegnando tutte le sue risorse per la riapertura immediata del Pronto Soccorso a Larino.»