“Senza Resa”: a Guglionesi la cover ufficiale del re del rock italiano, Vasco Rossi

Flash News
Termoli martedì 03 dicembre 2019
di Alberta Zulli
Più informazioni su
Senza Resa con Claudio Golinelli
Senza Resa con Claudio Golinelli © Termolionline.it

GUGLIONESI. Ci hanno fatto attendere un anno dall’ultima apparizione al Frantic Café di Guglionesi e, quest’anno, venerdì 6 dicembre, torneranno nel locale che, ormai, da anni li accoglie per inaugurare la stagione invernale.

Sì, parliamo dei “Senza Resa”, la cover ufficiale del re del rock italiano, Vasco Rossi.

Una coalizione tra Marco Carriero, titolare del Frantic e Antonio Renzone che va al di là delle semplici ospitate. Una coalizione che li vede amici, prima di tutto e grandissimi fan del Vasco nazionale.

Per il secondo anno consecutivo, porteranno con loro una sorpresa speciale per i clienti del Frantic. Se lo scorso anno ad allietare la serata ci fu Andrea Innesto, il Cucchia, celebre sassofonista di Vasco, quest’anno il super ospite sarà Claudio Golinelli, detto il Gallo.

Basso per i fan di Vasco Rossi vuol dire solo una persona: Claudio Golinelli, conosciuto dai più come il Gallo. Un artista eccentrico e musicalmente preparatissimo, definito da molti come il Keith Richards italiano, più per il suo look che per le sue qualità.

Chiamato il Gallo da Gianna Nannini per via delle sue “esuberanze sessuali”, Golinelli entra a contatto con Vasco Rossi 38 anni fa e da allora è al suo fianco in tutti i concerti. Anche quando la malattia e il malore ha preso il sopravvento, il Gallo è tornato sul palco del tour a Messina.

La sua carriera inizia nel 1969 all’interno del gruppo I baci, in cui suona anche il chitarrista Jimmy Villotti. Dopo aver prestato servizio militare la sua carriera però svolta. Entra infatti nella band italo americana degli Zebra Crossing, che gli permettono di partecipare anche a un tour europeo. Lavora quindi nella band di supporto a Gianna Nannini, e nel 1980 entra in contatto con Vasco Rossi, che gli propone di unirsi a lui. Inizia un sodalizio che non si interromperà praticamente mai. Il riff iniziale di basso di Siamo solo noi porta la sua firma.

Il 27 settembre 1995 ha suonato “Pregherò” con Celentano, a Lourdes, davanti a papa Giovanni Paolo II e oltre 400mila persone.

“Sono troppo contento- afferma Marco Carriero- e orgoglioso di ospitare nuovamente i miei amici dei ‘Senza Resa’. Antonio è ormai un amico e non si smentisce mai. L’anno scorso mi ha regalato l’emozione di avere il Cucchia qui nel mio locale e, quest’anno il Gallo. Per chi come me è fan di Vasco sa cosa vuol dire provare questa emozione. Vasco ha segnato la mia adolescenza e la mia maturità, lo seguo da sempre e ho assistito a tanti di quei concerti da averne perso il conto. I ‘Senza Resa’, come sempre, daranno la carica giusta ai presenti e al locale, sapranno intrattenerli come sempre. E io sono contento. Sarà una stagione invernale ricca”.

L’ingresso è gratuito e la serata è il 6 dicembre… e come direbbe Vasco:

“Siamo solo noi che andiamo a letto la mattina presto e ci svegliamo con il mal di testa…”