Non lo riceve per l'ora tarda, cliente pesta avvocato nel suo studio

La diatriba era nata per un debito pregresso da parte di un cliente nei confronti dell’avvocato e, dopo che quest’ultimo non lo aveva voluto ricevere nello studio,ormai chiuso per l’ora tarda, il cliente aveva aggredito il legale

Flash News
Termoli venerdì 27 dicembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Polizia Isernia
Polizia Isernia © Questura di Isernia

ISERNIA. Nella serata del 23 dicembre scorso, personale della Squadra Volanti della Questura di Isernia è intervenuta presso uno studio legale del centro città dove era stata segnalata un’aggressione.

La diatriba era nata per un debito pregresso da parte di un cliente nei confronti dell’avvocato e, dopo che quest’ultimo non lo aveva voluto ricevere nello studio, ormai chiuso per l’ora tarda, il cliente aveva aggredito il legale pestandolo violentemente.

Solo l’intervento, dapprima di alcuni testimoni e poi della Volante, ha interrotto la condotta violenta da parte dell’aggressore che si è dileguato fuggendo dallo studio legale.

I poliziotti hanno richiesto immediatamente l’intervento di un’ambulanza che ha trasportato il professionista, con evidenti tumefazioni, lesioni ed escoriazioni, al locale ospedale per le cure del caso. I sanitari, dopo gli accertamenti di rito, lo hanno dimesso con una prognosi di 41 giorni di riposo e cure mediche.

Gli agenti della Volante hanno, quindi,ricostruito la dinamica dell’accaduto, raccogliendo le dichiarazioni dei testimoni che avevano materialmente assistito all’aggressione e che si erano adoperati per separare le due persone e porre fine alla violenza.

Nel frattempo, anche l’aggressore, dopo essersi recato al pronto soccorso, dove è stato giudicato guaribile con una prognosi di 2 giorni, ha denunciato l’avvocato, sottoscrivendo la sua versione dei fatti.

Gli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, alla luce degli elementi raccolti e della denuncia/querela proposta dall’avvocato, d’intesa con il P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale, hanno denunciato l’aggressore, un 60enne, per il reato di lesioni personali gravi.