Primi iscritti nel registro degli indagati sulla morte del 22enne Domenico D'Amico

Flash News
martedì 16 giugno 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Tribunale di Isernia
Tribunale di Isernia © @primopiano Molise

POZZILLI. Sarebbero almeno due le persone iscritte nel registro degli indagati dalla Procura di Isernia per la morte del giovane operaio Domenico D’Amico. Il reato ipotizzato è quello di omicidio colposo.

Il 23enne di Bojano ha perso la vita sabato scorso, durante il suo turno di lavoro, rimanendo schiacciato da una pressa nello stabilimento della Serioplast sita nel nucleo industriale di Pozzilli e dove lavorava come operaio.

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia ha anche conferito l’incarico per l’esame autoptico che si terrà domani mattina presso l’ospedale “Veneziale” di Isernia. La salma era stata trasferita al nosocomio pentro nella serata di sabato, dopo l’ispezione cadaverica effettuata dal magistrato di turno intervenuto sul posto.

Continuano anche gli accertamenti da parte dei carabinieri della stazione di Filignano che, durante i sopralluoghi, hanno acquisito ulteriori documentazioni presso lo stabilimento della Serioplast che potrebbero aiutare a chiarire la dinamica dei fatti e le eventuali responsabilità.