Mancano i sanitari: il servizio del 118 e la guardia medica sono al collasso

Flash News
martedì 30 giugno 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Ospedale San Timoteo
Ospedale San Timoteo © TermoliOnLine

TERMOLI. È una vera e propria emergenza quella che colpisce il servizio del 118 termolese, dove gli unici medici ancora disponibili devono giostrarsi tra l’emergenza dettata dal Covid-19 e quella che, giornalmente, colpisce i pazienti del luogo. A ribadire quest’ulteriore fronte di crisi è, ancora una volta, Giancarlo Totaro, presidente dell’associazione sindacale Fimmg-118, che evidenzia come il servizio di primo soccorso stia vivendo momenti drammatici.

«In questi giorni si sta parlando tanto della eventualità di non confermare il servizio 118 estivo come gli anni precedenti. Ma la cosa che tutti gli addetti ai lavori conoscono, pur se incolpevoli, è la drammatica carenza di medici che ormai attanaglia anche il 118 e la continuità assistenziale.

Molti di questi medici sono passati legittimamente ad altri servizi lasciando i posti scoperti.

A Termoli attualmente sono rimasti in servizio 4 medici titolari del 118 e 3 titolari di C.A., e purtroppo la situazione di carenza di Termoli non è unica in Molise.

Si pensi che fino al mese scorso alcuni medici del 118 sono stati "precettati" a prestare servizio per evitare ricadute sull'assistenza sanitaria dell'emergenza coronavirus congelando loro gli incarichi di destinazione.

Mancano medici all'organico del 118 ed al servizio di "guardia medica" dove quest'ultimasopravvive da decenni solo grazie ai precari ed a pochi titolari superstiti ,perchè per la C.A. da decenni non si pubblicano le carenze(concorsi) per l'assunzione di medici a tempo indeterminato in attesa di una riorganizzazione contrattuale prevista e mai avvenuta, ed ogni mese si devono affrontare con mille difficoltà la stesura dei turni attraverso attribuzioni di incarichi provvisori o annuali a tempo determinato .

Ormai i medici titolari di incarico di 118 e C.A. sono ridotti al lumicino e la sede di Termoli non fa eccezione con ulteriori problematiche per il 118 al quale è anche attribuito il compito dei trasferimenti legati alla emergenza COVID con ulteriori problematiche conseguenziali per garantire anche il normale servizio di emergenza -urgenza durante tali trasferimenti .

Infatti i medici del 118 di Termoli al momento non fanno più servizio neanche presso il PS dell'ospedale San Timoteo .

I servizi sono tanti ma gli "Operai" sono pochi .

Purtroppo come si vede vi è una carenza di medici ormai endemica ,non solo in ospedale ,ma incredibilmente in tutti settori anche quelli del 118 e C.A. e l'unica soluzione resta quella di pubblicare le carenze anche del 118 e della Guardia Medica come per i concorsi ( che in Molise vanno quasi sempre semi deserti) e attenderne l'esito incrociando le dita.

E se mancano i medici anche i servizi sono a rischio ed è un vero miracolo che molti servizi siano ancora in piedi».