Inquinamento piana Venafro, il ministro Costa rassicura Patriciello

Flash News
venerdì 03 luglio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Aldo Patriciello
Aldo Patriciello © Termolionline.it

VENAFRO. L’inquinamento della piana di Venafro rappresenta un problema serio per le popolazioni del luogo, per nulla rassicurate dai dati che giungono sulla presenza delle polveri sottili e del diossido d’azoto. Sull’argomento è intervenuto anche l’europarlamentare Aldo Patriciello che ha interrogato il ministro dell’ambiente Sergio Costa:

«Sapere che i valori di inquinamento della piana di Venafro sono nella norma è senza dubbio una buona notizia per tutti. Il fatto poi che a dirlo sia un ministro scelto e voluto dai 5 stelle dovrebbe indurre ad un serio mea culpa quanti in questi anni, M5S in primis, hanno creato un clima di allarmismo ingiustificato e di odio nei confronti delle imprese di questo territorio. Del resto la risposta del ministro Costa, che è persona competente e di grande esperienza, all’interrogazione dell’Onorevole Testamento è stata chiara, precisa e circostanziata, e certifica una realtà ben diversa da quella raccontata per anni. Meglio tardi che mai, comunque. Mi auguro che il M5S ne abbia preso atto e che si possa quindi procedere a pensare al rilancio della nostra economia sfiancata dall’emergenza sanitaria di questi mesi. Questo non significa certamente trascurare il tema dello sviluppo sostenibile e dell’ecologia in generale. Occorre un grande piano di rimboschimento delle nostre montagne colpite dagli incendi, così come occorre incentivare una cultura aziendale più “green”e rendere più verdi le strade delle nostre città. Serve, in definitiva, una cultura del fare, non del distruggere. La difesa dell’ambiente è importante per un territorio così come lo è avere aziende che producono e che creano posti di lavoro. Le due cose non sono incompatibili, anzi. È questo l’impegno della Commissione ambiente del Parlamento europeo di cui sono membro e che, attraverso il Green New Deal, sta lavorando per raggiungere entrambi gli obiettivi».