«Ai disabili con le loro famiglie sono stati calpestati i diritti»

Flash News
sabato 01 agosto 2020
di La Redazione
Più informazioni su
«Ai disabili con le loro famiglie sono stati calpestati i diritti»
«Ai disabili con le loro famiglie sono stati calpestati i diritti» © Termolionline.it

TERMOLI. Nuovo capo d'accusa, politicamente parlando, quello formulato dal Soa: «Ai disabili con le loro famiglie sono stati calpestati i diritti dalla politica della Regione Molise».

Spiega Andrea Di Paolo: «Intanto sarà denunciata la situazione al Ministero competente e al Ministro per le pari opportunità e la famiglia. Senza piano sociale e il fondo per la non autosufficienza inesistente. Le priorità sono il gioco delle poltrone, insensibilità, menefreghismo umano e politico, questa è la Regione Molise. La nostra solidarietà e vicinanza ai cosidetti caregiver, che sono i familiari che si prendono cura della persona cara bisognosa affetti da malattie croniche e da disabilità di non autosufficienza, una figura fondamentale che timidamente a livello legislativo sta prendendo corpo, nel Molise ancora peggio vista la situazione vergognosa, abbandonati nella loro quotidianità di sacrifici e dolore, nonostante tutto queste persone lo fanno con tanto amore per i loro familiari e soprattutto per i figli bambini e giovani.

Siamo al loro fianco per denunciare un silenzio surreale da buona parte delle istituzioni. Ora basta! In questi giorni anche la politica regionale si appresta con le loro famiglie ad andare al mare o in vacanza, mentre una madre di un disabile non sa nemmeno cosa significhi uscire per andare a mangiare una pizza. Solidarietà ai caregiver e ai loro pezzi di cuore. Saremo a loro fianco per questa battaglia dei diritti. Chiediamo immediatamente alla Regione Molise di riattivare gli aiuti alle famiglie mediante un piano sociale, intanto sarà denunciata la situazione al Ministero competente e al Ministro per le pari opportunità e la famiglia. Saremo con loro fuori i palazzi del potere a protestare e a lottare per la dignità umana e per i diritti. La bassezza politica e umana della Regione Molise obbligatoriamente va combattutta dall'intera collettività».