«Non toccate gli Eucaliptus di Campomarino», lettera aperta alle istituzioni

Flash News
sabato 21 novembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Eucalipti tagliati
Eucalipti tagliati © Personale

CAMPOMARINO-CAMPOBASSO. «Noi che siamo in campo per difendere le foreste amazzoniche! Noi che siamo in campo per difendere le foreste dell’est Europa minacciate!

Noi che abbiamo lanciato la campagna perché gli enti pubblici iscrivano nei bilanci la spesa per la cura e i nuovi alberi come spesa sanitaria per i benefici che essi recano alla salute umana, riconosciuti dalla scienza medica!

Noi che lo scorso anno abbiamo celebrato la giornata dell’alberomettendone a dimora nelle Marche, Molise, Toscana, Friuli Venezia Giulia, insieme alle scolaresche, enti pubblici, arrivando persino in africa!

Noi come potevamo restare insensibili e non raccogliere la denunzia e l’appello di Alessio Di Majo Norante, titolare della omonima azienda vinicola, prestigiosa e benemerita cantina, per lo “scempio ambientale e paesaggistico che la provincia sta perpetrando in una vasta area di Campomarino con l’abbattimento di migliaia di alberi di eucalipti secolari che fanno parte della memoria storica del territorio”.

Per questo oggi celebriamo la giornata dell’albero difendendo quelli che ci sono.

La denunzia è documentata da foto purtroppo eloquenti e struggenti per quanto già fatto. Le motivazioni di amministrazioni, provinciale e comunale di Campomarino, si aggrappano alla sicurezza mentre le strade sono “in uno stato pietoso, tra buche e disfacimento del manto stradale , allagamenti” veri elementi di pericolo per la circolazione.

L’intervento riguarda strade che attraversano una zona agricola che, per quanto dinamica e produttiva, non evidenzia un traffico convulso e quelle strade non sono certo fatte per corse automobilistiche.

Presidente della provincia ci dica che si è trattato di una distrazione, di un provvedimento dimenticato, tirato fuori dal cassetto da un funzionario troppo solerte.

Associazioni sorelle ambientaliste, culturali, civiche, cittadini, fate capire al presidente della provincia che vogliamo salvare gli alberi.

Sindaco di Campomarino, diamoci un appuntamento per un a passeggiata in campagna tra filari di eucalipti, per riscoprire la poesia del tardo autunno, si vive anche per questo.

Noi in ogni caso ci batteremo in ogni modo deciso, civile e nonviolento perché:

il taglio non prosegua.

i ceppi degli alberi tagliati non vengano divelti perché gli eucalipti ricrescono.

venga riconosciuta ai viali alberati di Campomarino la qualifica di viali alberati monumentali secondo la l.10 del 14 gennaio 2013.

Alessio Di Majo Norante ha ricevuto assicurazione che non verranno tagliati gli eucalipti vicini alla sua azienda. noi gli abbiamo proposto di accettare la qualifica di “ sentinella del territorio” della nostra associazione. Haaccettato, agiremo insieme, gli siamo grati».

Filippo Poleggi, Segretario Direttivo Regionale Molise L’altritalia Ambiente