Regione, approvati debiti fuori bilancio. Rinviata legge cultura e Parco S. Vincenzo

Flash News
martedì 01 dicembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Consiglio regionale
Consiglio regionale © Consiglio Regionale

CAMPOBASSO. Presieduto dal Presidente Salvatore Micone si è svolto nella mattinata il Consiglio regionale.

L’Assise ha provveduto ad approvare:

  • la proposta di legge n° 113, di iniziativa della Giunta Regionale, ad oggetto "Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio, ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lettera e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e ss. mm. ii.. Ditte Fastweb S.p.A. e Tim S.p.A.".
  • La proposta di legge n° 14, di iniziativa dei Consiglieri D'Egidio, Scarabeo, Matteo, ad oggetto "Modifiche alla legge regionale 26 agosto 2002, n. 18, s.m.i. (Istituzione, organizzazione e funzionamento del Comitato regionale per le comunicazioni - Co.Re.Com.)".

Di entrambi i provvedimenti ha svolto la relazione illustrativa il Presidente della I Commissione Andrea Di Lucente.

L’Assemblea ha poi esaminato e quindi deciso di rinviare all’attenzione della Commissione competente per un ulteriore approfondimento istruttorio:

  • la proposta di legge n° 93, di iniziativa del Consigliere FANELLI, ad oggetto "Legge regionale in materia di Cultura e Spettacolo. Codice Regionale della Cultura.".
  • la proposta di legge regionale n. 111, d'iniziativa del consigliere regionale N. E. Romagnuolo concernente: "Modifica alla legge regionale 11 dicembre 2009 n. 30, lettera a) del comma 2 dell'art. 13."
  • pa proposta di legge n° 18, di iniziativa dei Consiglieri Scarabeo, Di Lucente, Cefaratti, Calenda, Micone, Matteo, Pallante, Facciolla, Fanelli, Tedeschi, N. E. Romagnuolo, D'Egidio, A. Romagnuolo, ad oggetto "Istituzione del Parco Archeologico Storico Naturale del Sito di San Vincenzo al Volturno".

Terminato il Consiglio regionale si è riunita la Conferenza dei Presidenti dei Gruppi consiliari che ha programmato i lavori della prossima seduta dell’Assemblea per martedì 9 dicembre, nella quale esaminare gli atti di indirizzo ritenuti più urgenti e di maggiore interesse.