Nasce PescAgri Molise: sostegno e supporto alle imprese ittiche della costa

Lavoro ed economia
sabato 02 ottobre 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Nasce PescAgri Molise: sostegno e supporto alle imprese ittiche del territorio
Nasce PescAgri Molise: sostegno e supporto alle imprese ittiche del territorio © Termolionline.it

TERMOLI. Comune di Termoli, col sindaco Francesco Roberti e i consiglieri di maggioranza Michele Marone e Nico Balice, nonché la Capitaneria di Porto, col comandante Amedeo Nacarlo, hanno tenuto a battesimo, nella cornice del porto turistico Marina di San Pietro, la start-up associativa targata Cia dedicata al mondo ittico: PescAgri Molise, presentata ieri pomeriggio in un’apposita conferenza stampa.

Per l’occasione, presenti il direttore dell’associazione Cia Molise, Donato Campolieti, la segretaria nazionale Marilena Fusco e Pierluigi Milone. Presente anche il mondo della pesca, anche rappresentato in rosa, circostanza che ha fatto piacere alla Fusco, ospite d’onore nell’occasione. Il mondo associativo, con la regolamentazione sempre più ferrea imposta nel comparto dall’Unione europea, vive un momento di particolare fermento, poiché agli operatori è necessario rendere informazioni utili e precise. Il mondo legato alla pesca – spiega il direttore Cia agricoltori italiani del Molise, Donato Campolieti - ha le sue peculiarità ed è quindi necessaria l’esistenza di una struttura dedicata al settore. Sono molte le problematiche che riguardano il comparto e per questo – continua Campolieti – serve maggior attenzione, tutela e sviluppo dedicato. Sono certo che la neonata associazione saprà dare maggiore spinta e saprà individuare la migliore strategia per tutelare e incentivare l’arte della pesca e dell’acquacoltura». La Fusco ha sottolineato come l’obiettivo è la collaborazione per evitare frammentazioni in un settore delicato. La finalità di PescAgri è sostenere il mondo della pesca. Vogliamo porci in modo collaborativo. Il nostro intento non è quello di creare ulteriori frammentazioni in questo delicato settore, ma collaborare con le altre associazioni per sostenere il mondo della pesca. Piange il cuore quando sentiamo che le imbarcazioni vengono rottamate perché non ci sono giovani che vogliono prendere la via del mare».

L’Associazione Pescatori Italiani promossa da Cia è stata varata a livello nazionale per la tutela, lo sviluppo e la valorizzazione di pesca e acquacoltura in ogni sua accezione professionale e territoriale. Intende dare voce alle istanze del settore, anche nel dialogo con le istituzioni. Vogliamo partire dal territorio, mettere in campo azioni concrete, integrare sempre di più le attività delle aziende di pesca e acquacoltura con la gestione del demanio marittimo, fluviale e lacustre, in modo sostenibile e innovativo, puntando anche su aspetti più attrattivi per i consumatori come l’ittiturismo e la pesca sportiva. Obiettivo prioritario di PescAgri, secondo lo Statuto, è favorire l’inserimento del settore agroittico nel circuito economico nazionale e internazionale, attivando gli strumenti idonei e le risorse, anche tecniche, per garantire il suo costante sviluppo, anche rispetto alle richieste del mercato. Tra gli scopi dell’Associazione, c’è anche: contribuire, attraverso programmi operativi, ad accrescere il tasso di industrializzazione delle attività; indirizzare la produzione agroittica verso destinazioni coerenti con il reale fabbisogno alimentare nazionale e con le esigenze legate all’export; promuovere la costituzione di associazioni di produttori nel settore pesca e acquacoltura; attuare azioni di formazione professionale per mezzo di corsi, seminari, convegni.

Altrettanto importante, per PescAgri, è costruire una politica agroittica volta a coniugare la ruralità locale e la tradizione marinaresca con una sana gestione di ambiente e territorio, compresa la parte costiera e lagunare; incoraggiare l’educazione a una sana alimentazione, con particolare riferimento alle scuole; sostenere iniziative che uniscano le attività della pesca con quelle dell’artigianato, commercio, turismo e tempo libero.

E ancora, per l’Associazione promossa da Cia è fondamentale lavorare per un adeguato sviluppo dell’imprenditorialità, specialmente giovanile, e per la costituzione di società cooperative e forme di aggregazione; stabilire collegamenti con tutte le organizzazioni del settore; tutelare, nella negoziazione collettiva, gli interessi della categoria e promuovere ogni utile iniziativa per migliorare disciplina previdenziale, assicurativa, di reddito e qualità della vita.