Maratona di formazione penale, tra prescrizione e norma spazza-corrotti

Lavoro ed economia
Termoli venerdì 21 febbraio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Maratona di formazione penale, tra prescrizione e norma spazza-corrotti
Maratona di formazione penale, tra prescrizione e norma spazza-corrotti © TermoliOnLine

TERMOLI. "Maratona diritto penale e procedura penale: il penalista tra riforme e deontologia". E’ Iniziata ieri pomeriggio la sessione di due pomeriggi e una mattina che tra giovedì e sabato rappresenta un momento formativo importante per quanto riguarda l’attività forense vocata alla giustizia penale.

Relatori e corsisti sono stati ospitati alla sala Adriatico dell’UniMol, ormai punto di riferimento ineludibile per questi momenti formativi organizzati dall’Ordine degli avvocati di Larino.

Partnership e collaborazione strette con l’ateneo molisano.

Dinanzi a una platea davvero gremita e attenta di professionisti, con il coordinamento del comitato scientifico composto dalla dottoressa Roberta D’Onofrio, magistrato presso il tribunale penale di Campobasso, l'avvocato Micaela Bruno, delegata alla formazione del Coa di Larino e il presidente del Coa di Larino, Oreste Campopiano. I relatori si sono alternati in un dibattito che ha interessato le riforme intervenute nell'ultimo anno in materia penale. La dottoressa D’Onofrio ha trattato il tema della immutabilità del giudice, sollevando la delicata tematica della ragionevole durata dei processi.

Una provocazione raccolta dal prof Agostino De Caro, ordinario di procedura penale presso l'Università degli studi del Molise, che ha approfondito il tema della prescrizione. A seguire il prof Stefano Fiore, ordinario di diritto penale Unimol, che ha relazionato sulle ipotesi di non punibilità introdotte dalla normativa 'spazza-corrotti', delineandone tratti e criticità. In ultimo il prof Andrea Abbagnano Trione con i rilievi penalistici della crisi d'impresa, ha chiuso la prima giornata della maratona, moderata dalla delegata alla formazione Micaela Bruno.

I lavori sono stati introdotti dai saluti del presidente Campopiano, che ha sottolineato l'importanza del lavoro dell'intero gruppo e quanto il Coa Larino investa sulla formazione e sulla deontologia.

L'avvocato Bruno ha ringraziato l'intero Consiglio forense frentano per la grande coesione e il supporto manifestato in occasione della maratona. Lavoro di gruppo realizzato con la partecipazione e l'ausilio di tutti i consiglieri.