Un pensiero a chi soffre e a chi lotta

Lettere al direttore
sabato 03 aprile 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Terapia intensiva
Terapia intensiva © Termolionline

TERMOLI. Carissimi amici, e concittadini Molisani, questa lettera che scrivo è per tutti coloro che sono rinchiusi dentro gli ospedali di Termoli, Campobasso e Isernia. 

Come sapete domani è Pasqua. Voglio ricordare tutte le vittime del Molise in questa lettera e non fare più appelli perché tanto è tempo sprecato.

Voglio augurare una felice Pasqua a tutti i nostri eroi, medici, infermieri, dottori, coloro che stanno sulle ambulanze 24 h su 24, le forze dell’ordine e la protezione civile. 

Sapete... è strano pensare di trovarci ancora dentro questa situazione dopo un anno, vedere ancora i camici bianchi con le mascherine e visiere facciali e tanto altro ancora, e pensare che verso settembre si respirava un po' di pace... ora siamo di nuovo qui. 

Ma non arrendiamoci a questo virus, combattiamolo, e non c’è modo migliore di combatterlo faccia a faccia come fanno tutti i medici. 

Auguri a voi donne, uomini, anziani e anche ragazzi che siete stesi su un letto, il mio augurio è in primis per tutti voi.

A coloro che non possono vedere questa lettera cioè i pazienti in terapia intensiva donategliela con un sorriso, quello che ci vuole al giorno d’oggi. 

Vi siamo vicini con il cuore e con la mente, ma sopratutto... con il dolore.

Buona Pasqua a tutti voi, e mille volte ancora... GRAZIE!

Francesco Pio Todesco