Caro sindaco, ti scrivo questa lettera perché ne resti traccia

LETTERA AL DIRETTORE gio 04 agosto 2022
Lettere al direttore di La Redazione
3min
Statale 16 Adriatica ©Termolionline.it
Statale 16 Adriatica ©Termolionline.it

TERMOLI. Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta al sindaco di Termoli, Francesco Roberti, circa la situazione sulla S.S.16 e tanto altro.

«Ciao Francesco Sindaco. Come ti avevo preannunciato un anno fa, eccomi a farti conoscere “in forma pubblica” cosa raccontano le mie verifiche. Perché in forma pubblica? Beh, ce lo siamo detti “abbiamo due responsabilità differenti: tu pubblica, per dovere di ruolo; io privata, “per responsabilità patologica di tipo civico”, lontano dal cirillico di moda tra qualche politico ed icona di altri, in altra epoca.

Per ora, non entrerò nel merito di tutto quanto quello che ci siamo detti bevendo il caffè nel tuo studio in Comune, mi limiterò “a quelle garantite”, utilizzando un linguaggio pacato:

A. fognature; B. velocità sulla SS.16 e lungo Rio Vivo; C. trasporto pubblico di linea urbana.

Questa lettera la codifico <S.S.16-4>, perché? ANAS è informata/1; PREFETTO è informato/2; SINDACI, te compreso, sono informati/3. Naturalmente, seguiranno altre fino a raggiungimento degli obiettivi.

A.    Fognature. Come sai, in questo pezzo di Termoli in Pantano Basso, viviamo quali cittadini senza fognature. Secondo EX CREA era possibile attaccarsi subito alle fognature comunali pagando le relative spese e noi “siamo ed eravamo pronti”. Dagli uffici tecnici e dai Dirigenti invece esiste un “niet” per problemi tecnici, salvo per qualche “ignoto”. Avevi garantito che con il nuovo anno sarebbe stato possibile, ma ad oggi tutto tace. Forse che ci si sveglia in prossimità delle elezioni? Pure buono sarebbe, ma, come sai, non contare e non contate sul mio voto.

B.    Velocità. Durante le settimane di questo nuovo anno, in particolare da Giugno ad oggi, abbiamo assistito “ancora” a continui incidenti, alcuni finiti tragicamente. Gli autovelox che, hai detto, “sono finalmente in dotazione del Comune” e “che li avreste fati installare lungo la S.S. 16”, non si sono “mai” visti ed intanto si muore in strada con tanto di lacrime e condoglianze da coccodrillo. Per la riduzione della velocità da 70 a 50, nel tratto dei km 548 e 549, avresti formalmente investito l’ANAS in quanto titolare di quel pezzo di strada. … io continuo a pulire quanto di competenza ANAS, CONSORZIO e NUCLEO INDUSTRIALE, onde garantirci un territorio fruibile e visibile, a parte cinghiali, volpi e lupi che abitualmente ci tengono compagnia ed allertano continuamente i nostri sensi assopiti. Lungo Rio Vivo la velocità a 30Km orari e tanto di cartelli, ultimamente anche dossi rallentatori, mal si conciliano con i tricicli, auto e moto che abitualmente mi sorpassano quando decido di rispettare la segnaletica ed anche qui gli autovelox sono spariti dai radar, in attesa di piangere per qualche malaugurato frequentatore di quella via, come, purtroppo è già successo.

C.    Trasporto pubblico di linea. Dicevamo “basta allungare di 1 (uno!!) Km l’attuale corsa per garantire anche a noi, periferia estrema a Sud di Termoli”, la possibilità di far a meno delle macchine ed avere il diritto al trasporto pubblico. Prima fermata davanti al nostro cancello (Km 548/3), esistendo lo spazio utile e seconda fermata davanti al distributore ENI (di fronte), che consentirebbe anche l’installazione di strisce pedonali per noi e rallentatore di velocità sulla S.S.16. Tutto con una spesa minima e, se necessario, la spesa me la accollo io (!), se gli ENTI di cui sopra mi pagassero i lavori di loro competenza che io svolgo, da ieri ed ancora oggi, gratuitamente e volontariamente.

 

Naturalmente, naturalmente caro Francesco Sindaco di Termoli e con tante altre responsabilità, questa rappresenta una verifica scritta perché resti traccia, ma non escludo altre iniziative di altro genere di cui sono capace e che sto studiando in <trattativa privata e riservata con i sopravvissuti> di bisce - biscia dal collare giallo – gatti – cani – ricci – tartarughe – aironi - papere germane – donnole – cinghiali – volpi – camosci, lupi ed umani disponibili.

Ciao Sindaco, con affetto e stima. Francesco Pollutri».

 


Ti potrebbero interessare

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione