«Molise democratico contro lo sbarramento elettorale al 5%»

In trincea dom 15 maggio 2022

Campobasso «Condanniamo il liberticida sbarramento del 5%, siamo per il proporzionale puro, elementare principio democratico»

Politica di La Redazione
2min
Elezioni regionali ©Blastingnews.it
Elezioni regionali ©Blastingnews.it

CAMPOBASSO. Insorge il coordinamento delle Sinistre di Opposizione in Molise dopo la modifica della legge elettorale.

«Nella tarda serata del 12 maggio scorso si è consumato in consiglio regionale il vergognoso golpe della destra berlusco-fascio-leghista fissando lo sbarramento elettorale al cinque per cento.

Sbarramenti, presidenzialismi, sistemi maggioritari, “governabilità” (alias governabilità nell’interesse della classe dominante), partono dal concetto che il dissenso, la visione e la proposta alternativa di società siano un fastidio, ed in effetti lo sono per i padroni e i “poteri forti”, laddove si difendono spazi di democrazia a chi esprime le istanze delle classi popolari.

Il condizionamento del voto nella finta democrazia borghese aggiunge il resto, tra clientelismi, ricatti che partono dall’assenza di libertà dal bisogno, possesso privato dei media e quant’altro di manipolante a tutti noto.

La svolta autoritaria consumatasi nel golpe dell’altra sera, è una linea contraria agli interessi dei lavoratori e delle masse popolari molisane: dopo la vulgata degli ultimi anni all’insegna della “governabilità” e del maggioritario (sostenuta dalle destre e dal “centro-sinistra”), emerge una lezione chiara: i padroni e i “poteri forti” anche nel Molise sono sempre più forti, i lavoratori e le classi popolari molisane sempre più deboli e oppresse (dalla sanità ai servizi sociali all’occupazione, per non parlare della corruzione e delle clientele); ed il taglio degli spazi di opposizione sociale e democratica agevola anche nel Molise l’infiltrazione delle mafie del capitale.

I lavoratori, i movimenti di lotta nel Molise non hanno nulla da guadagnare dallo sbarramento, viceversa hanno tutto da guadagnare dall’esercizio autonomo della propria forza e della propria opposizione: l’unica che può strappare risultati concreti ad essi favorevoli, l’unica che può aprire la via ad una alternativa di società.

Per questo anche nel Molise va respinta ogni subordinazione dei diritti democratici di rappresentanza ed in particolare dei diritti dell’opposizione di classe alla “governabilità” di destra o Come comunisti, lottiamo per una democrazia proletaria e, per l’immediato, rivendichiamo il principio della rappresentanza democratica contro la “governabilità” imposta dai “poteri forti”, per il ritorno alla legge elettorale proporzionale pura senza soglie di sbarramento: una testa, un voto, con eguale diritto di rappresentanza,  principio elementare di democrazia affermato dagli stessi padri costituenti.

Ponendo sempre uno stretto legame tra questa battaglia democratica e la ripresa nel Molise dell’opposizione sociale di classe e di massa, la sola che può sviluppare la coscienza dei lavoratori, delle classi popolari, sullo stesso terreno democratico».

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione