Matteo Salvini re di Roma, Marone: «Di slancio per conquistare Termoli e Campobasso»

Politica
Termoli sabato 08 dicembre 2018
di La Redazione
La Lega molisana a Roma
La Lega molisana a Roma © Termolionline.it

ROMA. Ė proprio cambiato il mondo. Da Roma ladrona, a Roma padrona… o meglio padrona di Roma. Parliamo della Lega ovviamente, che oggi per la seconda volta in pochi mesi ha radunato le sue forze nella Capitale.

Come ha reso in cronaca l’Ansa nazionale, «A piazza del Popolo a Roma la kermesse della Lega 'L'Italia alza la testa'. Matteo Salvini sale sul palco accompagnato dalle note dell'aria della Turandot di Puccini 'Vincerò', mentre dalla piazza si accendono fumogeni tricolori. Salvini, ora senza felpa della Polizia ma in maglione, ascolta la musica con la mano sul cuore. "Questo governo mantiene tutti i suoi impegni e dura 5 anni: sarà giudicato dal numero di culle che tornano a riempirsi in questo Paese, dal numero di bambini che nascono e tornano ad avere non un genitore 1 e 2 ma una mamma e un papà", ha detto Salvini dal palco, davanti, secondo gli organizzatori ad 80mila persone. "Adozioni più veloci e meno costose sono un dovere per un governo che vuole rispettare la sua gente", ha aggiunto. "Non farò mai saltare un governo che lavora per gli italiani, per un sondaggio", ha assicurato.

A partecipare alla manifestazione nazionale, che ha avuto una grande affluenza, considerato anche il giorno festivo e devozionale, la delegazione del Molise, di cui ha fatto parte l’esponente termolese, consigliere provinciale e comunale Michele Marone.

«Una grande partecipazione che certifica il consenso di gran parte del popolo italiano in favore di Salvini, della Lega e delle sue politiche poste in essere in questi primi sei mesi di governo – ha commentato Marone - tanta gente che con la propria presenza ed il proprio valore ha voluto ribadire al ministro Salvini di andare avanti per la sua strada cercando un vero rinnovamento per tutto il Paese. In tanti anche dal Molise per dimostrare che il movimento salviniano cresce di giorno in giorno e si prepara a ricoprire un ruolo fondamentale nelle prossime elezioni amministrative a Termoli e Campobasso dove si giocherà un ruolo fondamentale per cercare di far cambiare pagina a governi fallimentari che stanno portando alla rovina due dei più grossi centri della nostra regione. Da Roma tutti insieme per cercare di cambiare l’Italia ed il Molise con la consapevolezza che il consenso per il ministro Salvini continua a crescere con il passare dei giorni».