Dopo l'Abruzzo, «L'onda lunga del centrodestra trionferà anche a Termoli»

Politica
Termoli martedì 12 febbraio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Giorgia Meloni e Luciano Paduano
Giorgia Meloni e Luciano Paduano © Termolionline.it

TERMOLI. Da luogotenente del partito Fratelli d’Italia, che ha ereditato la gloriosa tradizione di An e della destra missina, Luciano Paduano gongola per la vittoria di Marco Marsilio alle regionali in Abruzzo.

Lui, componente dell’assemblea nazionale, spera che ora arrivi l’onda lunga del centrodestra anche alle amministrative, com’era già avvenuto per le regionali 2018 in Molise, ma con un più marcato consenso da raccogliere nelle urne proprio a vantaggio di Fdi.

«Sono felicissimo per la vittoria del centrodestra in Abruzzo, ancor di più lo sono per l’affermazione dell’amico senatore, ora governatore, Marco Marsilio. Ancora una volta si è dimostrato che i cittadini italiani, in qualsiasi regione si voti, votano centrodestra, così fu anche alle politiche dello scorso anno, anche se per poco, ma mai dal presidente della Repubblica fu dato mandato a noi, nonostante la vittoria, di provare a fare il governo. Dopo questa ennesima vittoria regionale per il centrodestra, credo si spalanchi una grande affermazione in Sardegna e Calabria e subito dopo alle europee e amministrative del 26 maggio.

La Lega fa la parte del leone, cresce il mio partito, con Giorgia Meloni, Forza Italia resta un partito radicato e credo che il suo ruolo è stare nel centrodestra, uniti si vince, uniti ricominceremo a dare fiducia agli elettori, uniti daremo risposte sul territorio. Spero questa onda lunga arrivi anche a Termoli, dove solo una squadra politica, capace, di buona volontà potrà far ripartire l’economia, facendo tornare la nostra bella città, volano della regione. Abruzzo e Molise, ancora una volta uniti nel centrodestra, questo non può che aiutare entrambi

su aspetti turistici, agroalimentari, infrastrutturali e industriali,Viva l’Abruzzo, Viva Marco Marsilio, Viva Fratelli d’Italia, insieme per vincere, vincere per tornare ad essere protagonisti in Molise, in Italia, in Europa, nel mondo».