Tira e molla sulla ferrovia, il Consiglio sarà chiamato a dire no al progetto

Politica
Termoli sabato 12 ottobre 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
La conferenza del sindaco Roberti
La conferenza del sindaco Roberti © Termolionline.it

TERMOLI. Come ipotizza di fare sul piano di riqualificazione del centro storico, anche sul progetto di raddoppio della linea ferroviaria Termoli-Lesina si abbatte la scure contraria del sindaco Francesco Roberti, che stamani, in una conferenza stampa fluviale, ha ribadito con fermezza il suo pensiero, ma lascerà al Consiglio comunale l’onere e l’onore democratico di esprimersi, chiaramente portando in aula il proprio imprinting.

Si preannuncia una seduta tematica (o monotematica, vedremo) tumultuosa, vista anche la contrapposizione con la minoranza dem, deflagrata in tutta la sua ampiezza nella settimana che va a chiudere la tredicina di ottobre.

Il Molise è coinvolto dalla zona di Campomarino, centro di un progetto che in pratica interessa la zona dopo il fiume Saccione, che attraverso un viadotto si collegherebbe alla vecchia tratta ferroviaria, fiancheggiando l’autostrada A14 tra Nuova Cliternia e Campomarino, istituendo una fermata che cosi escluderebbe la vecchia stazione di Campomarino.

Dopo la fermata i treni imboccheranno una galleria che va a ricollegarsi dopo 3-4 km all'altezza del depuratore del consorzio alla vecchia linea ferroviaria.

Il primo cittadino, tuttavia, rifacendosi a una vecchia riunione avuta con i vertici ferroviari, riportando le parole dell'assessore regionale alle Infrastrutture Vincenzo Niro, che disse all'epoca, «ma lo sapete che esiste una falda franosa a Petacciato davvero imponente e se questa frana che ogni tanto si sveglia - sempre rivolgendosi ai tecnici delle Ferrovie dello Stato - voi sareste costretti a proseguire dalla zona dello sfiocco all'interno per by-passare la frana di Petacciato perché da Termoli iniziando dalla stazione e poi iniziando ad addentrarsi verso Colle della Torre per aggirare Petacciato non rischiamo trovandoci in queste condizioni saremo costretti a by-passare anche la stazione di Termoli per superare Petacciato?»

«Ma il progetto - ha detto Roberti - non affronta affatto questa vicenda e in quella famosa Conferenza dei servizi si chiuse con un parere negativo di tutti i presenti», al che - ha detto Roberti - davanti a questo diniego, Rfi ha risposto a Roberti asserendo: «Guardate che noi tutto questo progetto lo abbiamo studiato nell'arco degli anni con le vostre amministrazioni, sono state loro a dirci cosa dovevamo fare, sono state loro a dirci come dovevamo procedere, non ce lo siamo inventato noi questo progetto e ora ci ritroviamo davanti a un no di tutti gli enti che prima avevano detto sì».

Da questo aspetto in poi, in un lungo monologo, Roberti ha documenti alla mano risposto a tutte le accuse che in questi giorni gli erano piovute addosso da più parti. soprattutto avversari politici e social.

«Non ho parlato per niente e non ho risposto a nessuno fino a oggi, ma questi con documenti scritti e registrati sono i fatti» e il sindaco ne ha per tutti, soprattutto verso chi lo ha preceduto sullo scranno da primo cittadino e potete ascoltarlo nel nostro video.

Roberti ha preannunciato anche l'incontro con i tecnici Rfi che avverrà giovedì prossimo e probabilmente ne vedremo e ascolteremo delle belle.